Top

Aftonbladet YouLive: l’esperienza utente nel primo web live concert della storia

Aftonbladet YouLive: l’esperienza utente nel primo web live concert della storia

La scorsa estate Aftonbladet, il quotidiano più importante della Scandinavia, ha organizzato e appoggiato il Live-Löpet. Una serie di concerti live online al fine di promuovere i Rockbjörnen Music Awards, uno dei più importanti festival musicali del Nord Europa.

La dinamica dei concerti è stata particolare, in quanto gli eventi non si sono svolti come se si trattasse di veri e propri eventi dal vivo. In realtà gli artisti – alcuni tra i più famosi musicisti scandinavi come i The Ark – hanno suonato in diretta dagli studi di Aftonbladet, mentre la trasmissione è avvenuta mediante streaming online a cui hanno partecipato oltre 45 mila spettatori complessivi.

Detta così sembrerebbe un banale evento trasmesso in streaming live su web. Tutto qui?

No. Perchè il format di questo concerto digitale è stato pianificato per renderlo il più possibile simile ad un concerto tradizionale. Basti pensare che per seguire l’evento, bisognava disporre di un vero e proprio biglietto con tanto di posto numerato. Ciascuno dei sette concerti aveva a disposizione 20 mila posti “a sedere” più 8 mila biglietti VIP, grazie ai quali ci si poteva godere l’evento in HD.

Ok, ma l’interazione con gli artisti?

Una particolare applicazione realizzata in Flash appositamente per Aftonbladet, YouLive, ha permesso anche quella. Con una serie di pulsanti disposti sulla dashboard di ciascun partecipante all’evento, si poteva applaudire, richiedere canzoni e addirittura simulare una fiaccolata con tanto di accendini al cielo. Dal canto loro, gli artisti potevano ricambiare l’interazione con i fan grazie ad uno schermo allestito all’interno dello studio.

E l’interazione tra gli utenti?

Ovviamente prevista anche quella. Grazie all’integrazione con Facebook è stato possibile interagire sia con gli altri spettatori presenti nell’arena virtuale, sia con i propri amici a casa. Con tanto di foto dal luogo (virtuale) dell’evento.

Risultati

  • 45’000 spettatori, da oltre 63 paesi diversi, hanno partecipato alle sette serate di concerti live.
  • 2.4 milioni di interazioni riguardanti l’evento sono state registrate sui social network durante le quasi due ore totali di trasmissione.
  • Prima dell’evento la pagina del festival registrava una media di 85.500 visitatori unici durante il periodo di maggiore attività. Durante il Live-Löpet, invece, il numero di visitatori unici ha raggiunto quota 337.000. Con un incremento del 300%.

Una serie di ottimi risultati per l’agenzia Prime di Stoccolma, che ha ideato l’evento, e che ha realizzato questo video riassuntivo:

Se c’era una cosa che il web non era ancora riuscito a replicare fedelmente, era proprio l’atmosfera del live. Sembra invece che questa iniziativa possa segnare il primo tentativo di una rivoluzione epocale nella fruizione dei concerti dal vivo.

Anche se – che sia chiaro – da queste parti si preferisce ancora la puzza di sudore reale degli altri spettatori, il fumo artificiale che offusca la vista e il bibbitaro che ci spilla una bionda media davanti ai nostri occhi.

Si appassiona al web quando ha appena 15 anni, ha molte idee sulla società e su come questa si rapporti al marketing (e viceversa). Ma preferisce non parlare piuttosto che dire ovvietà. E' co-fondatore di questo sito e consulente freelance di Social media e Digital marketing.

Show Buttons
Hide Buttons