Top

Arriva il geotagging su Pinterest, ma è molto confusionario…

Oggi, un sabato mattina qualsiasi di Novembre 2013, ho aperto Pinterest come faccio sempre nei fine settimana per svagarmi con un poco di sano pinning dopo aver lavorato un po’ ed ho trovato un messaggio del social che mi avvisava della possibilità di aggiungere “mappe” ai Pin. Ovviamente aggiungere mappe è un modo carino di Pinterest per dire che si aggiunge un geotagging accompagnato da mappe alle Boards.

Praticamente, tramite Foursquare, la visualizzazione dei Board a cui si aggiunge la mappa cambierà: a sinistra due colonne di Pinterest, a destra più di metà dello schermo occupato da una Mappa che mostra il luogo in cui si trovano i Pin. Diciamo prima di tutto che il sistema non è molto ordinato. Per attivare le mappe dovete entrare nelle impostazioni dei singoli Board in cui le volete, attivarle, e poi aggiungere la localizzazione per ogni singolo Pin.

E qui si presenta un problema. Siamo su Pinterest da anni, c’è gente che ha boards di viaggi con centinaia di Pin…come faremo a recuperare il non-geolocalizzato? E fare content curation con la nuova opzione, facendo in modo che i  vecchi Pin più belli abbiano una localizzazione per allungarne la vita, è sempre difficile per chi ha migliaia di immagini nel suo profilo…quindi è una funzione sopratutto per chi ha pochi Pin o semplicemente utile per Board creati a partire dall’introduzione di questa caratteristica ma insufficiente per tutto quello che abbiamo pinnato prima, contraddicendo uno dei principali vantaggi di Pinterest rispetto ad altri social network: la lunga vita dei contenuti.

Non c’è una funzione di geotag “per board” che permetterebbe di risparmiare il lavoro ad esempio per chi avesse un board dedicato ad una sola città o ad un solo Paese (come potrebbe essere per un sito di viaggi). Poi c’è da dire che la visualizzazione è molto strana: l’effetto visivo è molto carino a prima vista, con Pin e Mappa a fianco, ma cosa accade in un Board in cui ci sono Pin che hanno ognuno un tag diverso in luoghi geograficamente diversi di tutto il mondo? Apparirà una mappa molto piccola con tutto il mondo ed i pallini rossi che indicano il luogo ed il numero di Pin taggato in quel luogo per quel board… Inoltra la mappa occupa praticamente 3 quarti dello schermo.

Si perde completamente l’effetto visivo che avrebbe un board normale e quindi riducendo potenzialmente l’uso delle mappe o limitando il potere “immaginifico” di Pinterest. Io ho provato su un board e vista la differenza visuale tra Pin e Mappa, a vantaggio di quest’ultima, credo che sia nato un nuovo social network: MAPPEREST!


Tra l’altro basta andare sul blog officiale di Pinterest per vedere che la funzione è stata introdotta piena di bug, se non vi fidate di me che ne ho sperimentati diversi (località esistenti impossibili da trovare, poca scelta e tag che spariscono) guardate i commenti al blog ufficiale degli utenti sul post dedicato alla nuova feature: http://blog.pinterest.com/post/67622502341/introducing-place-pins-for-the-explorer-in-all-of-us

Non c’è dubbio che il geotagging possa aumentare il potenziale di engagement di un singolo Pin, soddisfando con un colpo d’occhio le curiosità dei Pinner, come potrebbe essere un esempio: “bella questa foto, la didascalia dice che si tratta di Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch! Ma dove diavolo è?” (guarda la mappa aggiunta dal Pinner) “Ah è in Galles!” ed è anche una funzione che potrebbe splancare il potenziale educativo che nasconde Pinterest, di stimolare la curiosità e l’approfondimento, sopratutto in campo storico, naturalistico e geografico e non solo in gastronomia o fai da te…

La nuova funzione, prima di questa inaugurazione scoppiettante con tanto di messaggio animato nella home per avvisare i Pinner, andava forse testata molto meglio e magari strutturata in modo più user friendly, e molto più Pin-friendly, adesso abbiamo troppa mappa e poche immagini! L’utilità c’è, ma prima dobbiamo esplorarla meglio e segnalare tanti bug per usarla in modo proficuo…Per ora, se volete usarla al massimo delle possibilità attuali, ricordatevi di creare nuove boards con una indicazione geografica che vi permetta di visualizzarle decentemente nella Mappa…ad esempio usare lo stesso Paese o meglio una parte di esso, se avete Pin in Europa, Australia e Groenlandia, uscirà un poco un pastrocchio…

Da anni freelance nel settore della comunicazione e del marketing sia online che offline, con diverse esperienze in diversi campi dagli eventi ai social media, dalle relazioni pubbliche al copywriting. Da piccolo voleva fare l'archeologo, da grande lo scrittore. plus.google.com/+VincenzoRomanoB

Show Buttons
Hide Buttons