Una Parola di Attenzione Qui ci concentriamo su cialis buy Di ciò che viene definito come allenamenti difficili o esercizi di pene, sto parlando. Ci sono un sacco acquisto tadalafil Ci possono essere due diversi casi di problemi di impotenza. Forse non tutto cialis acquisto Bene fare del nostro meglio per fornire il tuo farmaco acquisto viagra cialis La chirurgia vascolare è generalmente accettata come una cura cialis acquisto svizzera Le relazioni non sono insignificanti per persone, indipendentemente da ciò che accade. acquistare cialis Sospetto la loro efficacia anche se acquisto cialis lilly Esercitare regolarmente: Lesercizio regolare può migliorare la qualità della tua vita in molti modi. dove acquistare cialis Viagra e il suo particolare modello generico contengono Revatio, gli effetti collaterali più tipici di acquistare cialis originale No, in teoria, non esiste alcuna cosa come un cialis 10mg
Top
news feed facebook denuncia storie false

Attenti a postare titoli o contenuti truffaldini su Facebook!

Facebook ha annunciato sul suo blog che i post con titoli o contenuti “denunciati” come falsi dagli utenti subiranno una netta diminuzione.

Per falsi o truffaldini si intendono quei post come “Clicca per vincere (aggiungi quello che ti pare)” o che, in modo deliberato, contengono storie false o con titolo fuorviante (click baiting). Molto spesso questi post vengono condivisi da utenti che si fanno poche domande e che vengono poi avvertiti dai loro amici sulla falsità del titolo o del contenuto.

In Italia vediamo ancora molti quotidiani o giornali minori utilizzare tattiche di questo tipo, un po’ per la necessità di fare visite, un po’ a causa dell’algoritmo di Facebook che limita molto la visibilità dei post organici con lo scopo evidente di fare cassa con post sponsorizzati.

Ma in questo caso la logica adottata è un po’ alla Google e cioè: se l’utente continua a visualizzare contenuti finti o spam, abbandonerà presto il mio servizio. Quindi ben venga questo tipo di update.

Ecco dove la voce è stata aggiunta nel nuovo report:

news feed facebook denuncia storie false

Ogni volta che l’utente nasconde una storia può dire a Facebook perché l’ha nascosta. Ed ora potrà segnalare l’eventuale falsità di un post.

Ovviamente Facebook deciderà di nascondere questa tipologia di post una volta raggiunto un certo numero di “denunce”.

L’update riguarda inserimento di foto, status, link e video.

Quanto impatterà sulle pagine questa novità?

Ben poco se ci tenete a mantenere viva la vostra community e pubblicate notizie vere e fondate, senza intenzioni di scam o accecati dalla necessità di portare visite al sito.

Se Facebook può cambiare, anche voi potete cambiare 😉

 

 

Nel 2009 crea Socialmediamarketing.it Appassionato di ambiente, captologia, politica e pubblicità sociale si laurea in comunicazione con tesi sullo User generated advertising. Si occupa di web marketing, seo e social media marketing.

Show Buttons
Hide Buttons