Top
squidoo

Le potenzialità di Squidoo per personal branding e content curation

Squidoo. Questo sconosciuto. Effettivamente in Italia utilmanente lo si sente nominare poche volte, sembra caduto nel dimenticatoio, e raramente i siti dedicati al mondo del Marketing Online lo menzionano. Effettivamente Squidoo ha una brutta fama, c’è chi lo considera un evoluto wiki “commerciale” chi lo paragona ad una Content Factory…

Come Funziona

Nei fatti Squidoo è un sito che permette agli utenti di creare pagine monografiche abbastanza complesse senza avere bisogno di capire niente di Html. Squidoo è stato ideato da quella volpe del Marketing chiamata Seth Godin (se non lo conoscete è grave!). Creare una pagina su questo sito è molto più semplice che su BlogSpot o WordPress: si tratta di semplici comandi e moduli che ci permettono di creare contenuti testuali, con immagini, link e moduli speciali per commenti, reti sociali, e-commerce e tanto altro ancora, queste pagine sono dette Lens e chiunque può crearne un numero infinito. Il sito ha anche una gamification interessante: si ricevono punti per ogni attività sul sito, salendo di livello e sbloccando premi come template nuovi, guide per migliorare le proprie lens ed altro, ma la più interessante caratteristica di Squidoo per la maggior parte degli utenti sono i guadagni. Il modello di Business di Squidoo permette al sito di guadagnare con affiliazioni pubblicitarie e su e-commerce come E-bay, Amazon, Etsy…ma la cosa più intrigante è che qualsiasi commissione generata da una “lens” è divisa al 50% tra il Squidoo e l’autore della pagina. L’autore può decidere se ricevere comodamente i soldi su Paypal o donarli a qualche Ente Caritatevole riconosciuto da Squidoo. Non siamo qui però per parlare di come fare soldi su Squidoo, ma di

Personal Branding e Content Curation

Forse è vero che in generale la qualità è bassa e che, come su Pinterest, le categorie di lens (sono categorizzate per tema) preponderanti sono Fai da te o Ricette, e che l’opportunità di guadagnare (c’è  tanta gente che negli States riceve tranquillamente i suoi 500$ dollari al mese dalle sue lens su Squidoo) se da un lato incoraggia la crescita di utenti, dall’altro abbassa la qualità, riempiendo le lens di link a siti di affiliazione ed immagini collegate a siti di pay-per-click inserite dall’autore (lensmaster) ed esterni al modello di Business di Squidoo.

home_main

La filosofia di Seth Godin che ha portato alla nascita di Squidoosi riassume con la frase “Everyone’s an expert”, chiunque è esperto in qualcosa

 

Queste caratteristiche che lo rendono attrattivo e visibile e gli garantiscono una certa longevità (esiste dal 2005) lo rendono anche un luogo interessante per gli esperti che vogliono fare del person branding e promuovere i propri contenuti, sopratutto per chi cerca di lanciarsi nel mercato in lingua inglese ( ricordiamoci, anche se per molti italiani è ancora una blasfemia scrivere e leggere in inglese, è la lingua principale del mondo e di internet!). La vasta platea di utenti ne fanno uno dei 500 siti più visitati al mondo e tra i primi 350 negli Stati Uniti  e le possibilità di creare facilmente contenuti, taggarli e categorizzarli secondo diverse aree (per esempio business o webmarketing) le rendono facili da trovare. L’algoritmo ed il team che controllano Squidoo lavorano costantemente per valutare le lens in base alla completezza ed alle conversazioni che generano, premiando le migliori con aumenti di visibilità sul sito e nei motori di ricerca. Il sito è molto Google Friendly quindi le lens fatte bene hanno molte opportunità di venire fuori nei risultati di ricerca non solo sul sito ma anche nei motori, semplicemente grazie all’attività della community e delle reti sociali intorno ad esse.

Diventa così una occasione da non sottovalutare per un autore di contenuti altamente specializzati, o anche per un artigiano che vuole aprirsi al mercato estero iniziando con una campagna di content marketing fatta di tutorial e guide, spostare parte della propria attività online su Squidoo.

Potete creare i contenuti che volete, collegare diverse lens fra loro, linkare all’interno delle lens risorse esterne ed i vostri profili su altri siti o reti sociali, aggiungere widget che mostreranno le vostre creazioni in vendita su Etsy o Ebay o i vostri libri in vendita su Amazon. Allo stesso modo potete creare lens che saranno selezioni di vostri contenuti pubblicati altrove, magari modificati e tradotti in inglese, linkando gli originali, facendo così una personale e raffinata content curation che non è solo mandare articoli in automatico su un sito (come accade su Paper.li) o linkare semplicemente come su Scoop.it, ad esempio.

 

Una serie di lens di buona qualità può veramente diventare importante per ricevere visite, link e contribuire al proprio buon nome online. Il fatto che sia snobbato dalla maggioranza di chi si sente “esperto” e lavora in certi settori, non deve spaventarvi, sopratutto se siete agli inizi ed avete bisogno di farvi conoscere. Scrivere lens su squidoo è come aprire un blog su blogspot come già detto, con la differenza di avere dietro una community molto attiva che passa del tempo sul sito stesso spulciando quello che fanno gli altri, e con molti vantaggi che giovano all’aspetto finale delle vostre lens. Inoltre quando scrivete una lens potete scaricare il fil xml per non perdere il vostro lavoro e potrete rimuoverla in qualsiasi momento dal sito per destinare il testo ad altri usi. Si tratta di una piattaforma che offre grandi libertà e grandi possibilità tutti da esplorare, sopratutto per micro-business ed artigiani (come abbiamo già notato parlando di Pinterest), ma che può diventare utile anche per chi lavora nel campo delle consulenze, che siano di marketing, di business o di qualsiasi altra cosa.

Provate! Io lo sto già facendo. 😉

C’è da dire che al momento gli utenti e le lens in Italiano non sono moltissime e che su Squidoo l’unica lingua ufficiale è l’inglese, cosa che si nota quando provate a pubblicare qualcosa usando lettere accentate tipiche delle lingue latine. Probabilmente se il numero di lens e utenti di altre lingue crescesse ci sarebbero degli adattamenti. In ogni caso potete usare Squidoo in italiano per avere belle pagine sui temi che vi interessano di più da mostrare in giro, se al momento non avete tempo e risorse per un blog o un sito.  Anche se vi consiglio, se siete interessati a farvi conoscere fuori,  di scrivere buone lens in inglese.

P.S. per i SEO: i link di Squidoo sono no-follow da un pezzo, come sempre, qualcuno se ne approffitava!

Da anni freelance nel settore della comunicazione e del marketing sia online che offline, con diverse esperienze in diversi campi dagli eventi ai social media, dalle relazioni pubbliche al copywriting. Da piccolo voleva fare l'archeologo, da grande lo scrittore. plus.google.com/+VincenzoRomanoB

Show Buttons
Hide Buttons