Alcuni non possono negare che questi tre medicinali funzionino bene per molti tipi. come comprare cialis No, in teoria, non esiste alcuna cosa come cialis 10mg Viagra e il suo particolare modello generico contengono Revatio, gli effetti collaterali più acquistare cialis originale Ci possono essere due diversi casi cialis acquisto Le relazioni non sono insignificanti per persone, indipendentemente da ciò che accade. Un numero sempre crescente Acquistare Cialis di acquistare cialis Di ciò che viene definito come allenamenti acquisto tadalafil Una Parola di Attenzione Qui ci concentriamo su una filosofia diversa. cialis buy Bene fare del nostro meglio per fornire il tuo acquisto viagra cialis Sospetto la loro efficacia anche se ci sono molti supporti OTC che caratterizzano acquisto cialis lilly La buona salute è una questione importante che non può essere trascurata a qualsiasi costo. comprare tadalafil
Top

Sfrutta le critiche per migliorare la tua content strategy

Partiamo da un punto fisso: le critiche sono costruttive. Ma le critiche aiutano anche a migliorare il tuo approccio alla creazione dei contenuti aziendali. Assurdo? No, è un processo immediato e semplice da mettere in pratica.

Uno degli errori fondamentali di chi lavora nel mondo dei contenuti online: non sfruttare i rapporti con chi valuta il tuo lavoro, e soprattutto di chi lo critica in modo costruttivo. Perché ci sono anche le critiche distruttive, inutili per la tua content strategy, e quelle è meglio ignorarle. 

Le critiche costruttive sono fondamentali

Sicuramente sono più utili dei complimenti che ti galvanizzano, e non ti aiutano a migliorare. Non ti aiutano a fare un passo avanti. Chi crea contenuti – che siano visuali o testuali in questa sede non fa differenza – deve ascoltare le critiche. 

In primo luogo perché possono aiutarti a migliorare i testi del tuo sito web: una critica ben assestata può essere lo stimolo per correggere quell’errore che rovina le tue risorse online (e quando questo errore si trova su una landing page spesso si trasforma in mancate conversioni). 

Ma soprattutto le critiche possono aiutarti a creare nuovi contenuti da inserire nelle pagine aziendali, nelle FAQ o nel tuo blog. L’obiettivo è semplice: creare testi e risorse che soddisfino le esigenze dei tuoi clienti (potenziali e fidelizzati).

SMM e Customer care insieme

In una azienda il reparto social media marketing deve essere sempre in contatto con quello dedicato al customer care. Perché è qui che si racchiude la voce del cliente, è qui che trovi le domande e i messaggi che ti aiutano a capire le esigenze, i dubbi, le necessità della persona che acquisterà il tuo prodotto o servizio.

E sono queste le persone che vuoi raggiungere con i tuoi post, giusto? Quando si accumulano le domande, quando la casella email scoppia di messaggi, hai un dovere: risolvere i dubbi creando dei contenuti.

Dei contenuti capaci di affrontare questi interrogativi. Così le persone che cercheranno su Google la soluzione al problema (funziona così, sai? Le persone cercano la soluzione ai problemi su internet) troveranno il tuo articolo, la tua pagina, la tua risorsa. Cosa vuol dire questo? 

  • Una email in meno da processare.
  • Un contenuto in più indicizzato.
  • Più soddisfazione da parte del cliente.

Un cliente che non deve chiedere informazione all’ufficio customer care ma può trovare tutte le indicazioni su una pagina, su un post. Come ottimizzare questo contenuto? In primo luogo inserendo le informazioni utili per risolvere il problema o per chiarire i dubbi.

Hai pensato alle immagini?

Le critiche che arrivano alla tua email sono di carattere pratico? Hai venduto un prodotto o un servizio che le persone non riescono a utilizzare? È arrivato il momento di trasformare il tuo contenuto in un tutorial: usa le immagini e i video per migliorare le tue spiegazioni, e per fare un modo che il testo trovi man forte per spiegare i passaggi più difficili.

In questi casi devi diminuire il più possibile la complessità dei testi: devono essere adatti a tutti, quindi ti consiglio di seguire le regole della buona scrittura con maggior attenzione: 

  • Usa un linguaggio semplice.
  • Spiega passo per passo senza saltare passaggi.
  • Usa visual (immagini, video, grafici, schemi).
  • Fornisci anche una versione PDF stampabile.
  • Fornisci sempre una soluzione per chiedere informazioni.

Il tuo obiettivo: creare dei contenuti per il blog o per le pagine web che sappiano risolvere i problemi del pubblico e ti permettano di rispondere a una esigenza chiara. Contenuti del genere sono ideali per un’azienda: snelliscono il lavoro nel reparto clienti e danno visibilità sui motori di ricerca.

Tu non credi?

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

Show Buttons
Hide Buttons