Una Parola di Attenzione Qui ci concentriamo su cialis buy Di ciò che viene definito come allenamenti difficili o esercizi di pene, sto parlando. Ci sono un sacco acquisto tadalafil Ci possono essere due diversi casi di problemi di impotenza. Forse non tutto cialis acquisto Bene fare del nostro meglio per fornire il tuo farmaco acquisto viagra cialis La chirurgia vascolare è generalmente accettata come una cura cialis acquisto svizzera Le relazioni non sono insignificanti per persone, indipendentemente da ciò che accade. acquistare cialis Sospetto la loro efficacia anche se acquisto cialis lilly Esercitare regolarmente: Lesercizio regolare può migliorare la qualità della tua vita in molti modi. dove acquistare cialis Viagra e il suo particolare modello generico contengono Revatio, gli effetti collaterali più tipici di acquistare cialis originale No, in teoria, non esiste alcuna cosa come un cialis 10mg
Top
ottenere risultati con il blog

Quando un blog funziona veramente

Un blog viene percepito, nella maggior parte dei casi, come un qualsiasi sito web. Un sito web da portare su Google per agevolare il processo di indicizzazione dei contenuti.

Certo, ha un senso. Soprattutto se ragioni in termini di inbound marketing e cerchi di raggiungere nuovi lettori o clienti attraverso i contenuti. Non sei tu che spingi il messaggio, ma è il destinatario a trovarlo perché è stato costruito ad arte per incrociare i suoi interessi.

blog

Ma questo significa non fermarsi al discorso Google. Questo significa creare dei contenuti che si facciano condividere con piacere sui social, che si facciano leggere facilmente e trovare sui motori di ricerca per determinate query (ecco perché è utile ascoltare le domande e le critiche che arrivano al reparto clienti).

Un blog che funziona

Pensa ancora a questo percorso di inbound marketing: crei contenuti per soddisfare le esigenze dei potenziali lettoli, che possano diventare anche clienti. Qual è il tuo obiettivo? Cosa vuoi raggiungere? Ti lancio una provocazione: numeri alti.

Il tuo obiettivo si posiziona nel punto più elevato del grafico di Google Analytics.

D’altro canto le statistiche di un blog sono facili da elaborare per il nostro universo cognitivo. Almeno in apparenza. Tante visite vuol dire successo, poche visite vuol dire insuccesso. Poi possiamo ragionare sulla frequenza di rimbalzo, sulle pagine visite, sul tempo di permanenza e sul sistema operativo utilizzato.

Ma è il dato immediato che ci colpisce: le visite aumentano, le visite diminuiscono. Questa distinzione è perfetta per fare colpo durante una presentazione al vertice. Ma la mia domanda è un’altra: questo aumento è veramente utile al tuo blog? Lo scopo del tuo blog è questo?

Il tuo obiettivo è collezionare visite?

Dipende dal tuo business model. Se punti tutto su AdSense forse sì, forse devi solo aumentare le visite e fare in modo che le persone clicchino sui banner. Anche se Google Contributor – un programma che ti consente di pagare per non vedere la pubblicità – potrebbe mettere in discussione tutto questo.

Ma un blog può essere uno strumento da spendere in tanti modi differenti, ma soprattutto da interfacciare con il target. Qual è il lettore medio, ma soprattutto qual è il lettore che può trasformarsi in cliente utile al tuo business?

Un blog funziona veramente quando supera i facili bersagli su Google Analytics.

Le statistiche sono numeri da interpretare e non da digerire così come vengono proposti. Chi ha ottenuto il vero successo? Un blogger che riesce a conquistare autorevolezza nella sua nicchia con 200 visitatori al giorno, o un blogger generalista che tocca le 1.000 visite al giorno guadagnando circa 70 euro al mese di AdSense?

Risposta scontata

Un blog che funziona veramente è un blog che si piega alle esigenze di un progetto e supera il mito dei numeri, delle fredde statistiche. E soprattutto, è una piattaforma che rivoluziona la comunicazione verticale dei media tradizionale.

Non solo un flusso di informazioni che dall’alto raggiunge una massa indistinta, ma uno strumento per parlare con il singolo, con il lettore. Questo è il modo più efficace per abbattere le distanze e creare un rapporto con la propria nicchia.

La mia opinione

Il modo, a mio avviso, migliore ma non il più semplice. Il lavoro del blogger è articolato, impegnativo. Non basta pubblicare: bisogna parlare con le persone. Senza doppi fini, solo con il desiderio di condividere.

Ecco, questo secondo me è il blogging che funziona. Per te, invece?

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

  • Stefano Pediconi

    Mi sono ritrovato tantissimo in questo post: con il mio blog di nicchia (hotel e SPA) meglio pochi ma buoni che la massa inutile. Ovviamente, fa piacere avere un minimo di “seguito”, ma quando ho deciso di intraprendere questo percorso, l’ho proprio fatto per il desiderio di condividere le idee. Vedremo dove mi porterà.
    Sempre grazie per i tuoi contributi. Ciao, a presto

Show Buttons
Hide Buttons