Una Parola di Attenzione Qui ci concentriamo su cialis buy Di ciò che viene definito come allenamenti difficili o esercizi di pene, sto parlando. Ci sono un sacco acquisto tadalafil Ci possono essere due diversi casi di problemi di impotenza. Forse non tutto cialis acquisto Bene fare del nostro meglio per fornire il tuo farmaco acquisto viagra cialis La chirurgia vascolare è generalmente accettata come una cura cialis acquisto svizzera Le relazioni non sono insignificanti per persone, indipendentemente da ciò che accade. acquistare cialis Sospetto la loro efficacia anche se acquisto cialis lilly Esercitare regolarmente: Lesercizio regolare può migliorare la qualità della tua vita in molti modi. dove acquistare cialis Viagra e il suo particolare modello generico contengono Revatio, gli effetti collaterali più tipici di acquistare cialis originale No, in teoria, non esiste alcuna cosa come un cialis 10mg
Top
video clickbait su facebook

Stretta di Facebook al Video-Clickbait

Dopo aver lavorato sodo per ridurre il clickbait standard, Facebook sta ponendo la sua attenzione ai video.

Hai presente quegli articoli che hanno nell’immagine il bottone Play ▶️, tu fai click e non si apre nessun video ma finisci su di un sito?

Facebook darà la caccia proprio a questo tipo di post.

“Le persone si aspettano informazioni accurate su Facebook. Quando cliccano su un’ immagine del newsfeed con un bottone Play, si aspettano di vedere un video. Gli spammer usano il finto bottone play per aumentare il numero click verso siti di bassa qualità.”

 

Oltre all’immagine col bottone Play sarà data la caccia ad immagini che inducono a credere che vi sia un video.

La visibilità di queste due tipologie di post sarà gradualmente ridotta in queste settimane, affermano da Facebook.

Insomma, sempre più attenzione verso contenuti autentici, e ne abbiamo veramente bisogno.

Cosa accadrà alle pagine Facebook e a chi le gestisce?

Nulla, se chi adopera queste pratiche cesserà di farlo e ancora meno a chi non ha mai adottato queste pratiche. Possiamo avere il sospetto che Facebook abbia già individuato chi adotta questo tranello per aumentare i click e che queste pagine saranno tenute sott’occhio per bene nelle prossime settimane.

Se sei tu lo spammer a cui Facebook dà la caccia, fai molta attenzione 🙂

Ricorda di seguire sempre le best practice per la pubblicazione di post e per evitare il clickbait

 

Nel 2009 crea Socialmediamarketing.it Appassionato di ambiente, captologia, politica e pubblicità sociale si laurea in comunicazione con tesi sullo User generated advertising. Si occupa di web marketing, seo e social media marketing.

Show Buttons
Hide Buttons