Top
tool-social-media-marketing

Tre interessanti Tool per il Social Media Marketing

Ogni giorno decine di tool ed applicazioni per il social media vengono create. Alcune nascono e muoiono in poco tempo, altre durano e si moltiplicano, ma molto spesso possono essere veramente utili, sopperendo ad alcune lacune delle nostre reti sociali preferite, aggiungendo funzioni ed analitiche, creando “gamification” per aumentare l’attività social tra gli utenti…insomma di tutto di più.

Molti di questi tool sono diventati molto riconosciuti ed usati, come ad esempio Klout che promettendo di misurare “l’influenza” di un utente in modo facile e divertente ha conquistato molti user che lo usano spesso. Cerchiamo adesso di consigliare alcuni tool meno famosi ma utilissimi sui social network che possono a chi fa social media marketing.

1. Twitonomy

A Twitter mancano analitiche, Twitonomy ve le dà.

Questo tool sopperisce alla mancanza cronica che molti lamentano di dati accurati e statistiche su tweet, retweet, preferiti, followers, ricerca di hashtag, commenti, menzioni…diciamocelo, il funzionamento di Twitter in modalità “flusso” che scorre verso il basso può diventare molto dispersivo e cercare di fare certe analisi “a mano” per chi è molto attivo su Twitter è una cosa impossibile.

Questo tool fa quindi decisamente al caso nostro, offrendo anche funzioni di backup che possono tornare molto utili, oltre a tutto quel tracciamento di cui parlavamo prima, includendo mappe con la geolocalizzazione dell’attività. Le funzioni base sono gratuite ma per sfruttare al massimo le potenzialità bisogna avere una versione premium, con abbonamenti mensili ed annuali a partire dai 20$ al mese.

 

2. Like Party

Questo strumento è appena nato e probabilmente siamo i primi a parlarne: è una idea, una volta ogni tanto, 100% Made in Italy, quindi vale la pena segnalarlo e provarlo. Like Party è una sorta di gamification della visibilità sui social. L’intuizione è semplice ma geniale: molti hanno bisogno di visibilità per i propri blog, siti, profili Facebook, Twitter, Pinterest, Linkedin ed a volte c’è l’impressione che ci sia sempre più gente che vuole essere vista che gente che effettivamente vede! Like Party risolve il problema: vuoi essere visto? Allora dai dei “crediti” a chi ti visita.

Che interesse ha chi mi visita ad avere questi crediti virtuali?

Beh, gli servono per farsi visitare! Così il sistema si retroalimenta continuamente con persone che visitano altri utenti e le loro attività sulle reti sociali e sul web e ricevono crediti a loro volta spendibili per premiare chi li visita. In questo modo si può aumentare la visibilità in modo molto semplice e intelligente: magari un negozio online viene visitato da dei freelance che sono interessati ai loro prodotti, a loro volta i freelance vengono visitati da imprenditori alla ricerca di professionisti…eccetera! Le potenzialità sono tante, al momento il sito è stato appena inaugurato ha conquistato già diversi utenti in meno di una settimana. Sicuramente in futuro sarà migliorata la grafica ed aggiunte nuove potenzialità ed optional, come la possibilità di avere account premium per comprare crediti, anche se allo stato attuale è 100% gratis (bisogna approfittarne!).

3. Pin Alerts

Pin Alerts ci avvisa velocemente con una email ogni volta che qualcuno carica un pin direttamente dal nostro sito web.

Si tratta di un modo molto interessante di monitorare il potenziale dei nostri contenuti: insomma su Pinterest possiamo avere informazioni su quello che appartiene ai nostri board, ma con PinAlerts possiamo verificare il potenziale “pinnabile” (passatemi il neologismo) delle immagini che abbiamo, capendo quali, come e quando finiscono su Pinterest. Imperdibile!

 

Quali sono i vostri tool preferiti per il social media marketing? Quali invece avete provato e vi hanno deluso?

 

 

Da anni freelance nel settore della comunicazione e del marketing sia online che offline, con diverse esperienze in diversi campi dagli eventi ai social media, dalle relazioni pubbliche al copywriting. Da piccolo voleva fare l'archeologo, da grande lo scrittore. plus.google.com/+VincenzoRomanoB

Show Buttons
Hide Buttons