Top
Web Marketing Manager

Web Marketing Manager: chi è, cosa fa, come aiuta le aziende

In questo periodo sto approfondendo il tema dei lavori online. Perché tutti vogliono lavorare nel mondo del social media marketing, aspetto affascinante grazie a tutto ciò che ruota intorno all’universo Facebook, Twitter e YouTube. Senza dimenticare Pinterest. Ed ecco che si accende l’interesse per il community manager.

O magari per il Facebook Specialist. Ma spesso le persone si dimenticano che a capo di tutto c’è una figura che definire importante è riduttivo. Sto parlando del Web Marketing Manager, della persona che dovrebbe gestire le attività. C’è chi si occupa dell’organizzazione, della strategia utile per ottenere degli obiettivi. Ma poi?

C’è sempre qualcuno che tira le fila del progetto, ci deve essere una figura capace di mantenere il polso della situazione. Tutti vogliono lavorare nel mondo della SEO e diventare copywriter in grado di scrivere i testi di grandi landing page. Ma chi si occupa della gestione generale di tutti i passaggi? Ecco il Web Marketing Manager.

Cosa fa il web marketing manager

Il web marketing manager è una figura professionale con un compito preciso: mettere in pratica, adattare e misurare le strategie messe in chiaro durante la fase preliminare. Questo attraverso lo studio e l’interpretazione dei numeri, dei report, delle statistiche. In un contesto ampio e articolato ci sono persone che si occupano della pianificazione, studiano target e contesto per individuare le azioni da svolgere e sviluppare.

Ma come ben sai c’è un’ampia differenza tra dire e fare. Sono due aspetti della stessa medaglia, non possono essere separati. Ma possono esserci persone indirizzate in settori differenti, perché spesso le sfumature possono fare la differenza. E se ci sono diverse qualifiche, ognuna per un settore specifico, c’è anche chi deve assicurarsi che ogni tassello si trovi al punto giusto. Ecco, questo fa il Web Marketing Manager.

Come diventare web marketing manager

Spesso queste professioni del web non hanno dei percorsi stabiliti. Quando si tende verso la specializzazione ci sono dei passaggi chiari, dei corsi specifici che ti consentono di acquisire delle competenze di nicchia. Ciò che invece riguarda il concetto di web marketing manager è piuttosto chiaro: devi avere una base di partenza chiara.

Devi avere una base stabile. E ampia. Se devi gestire le strategie devi essere in grado di comprendere tutto quello che si trova dietro. Se, ad esempio, devi curare il lancio di un brand dedicato al food devi conoscere tutti i passaggi che possono essere utili a una condizione del genere. Ad esempio: hanno dato come riferimento la pubblicazione di un profilo Instagram, di una scheda Tripadvisor e di una pagina Facebook.

Come diventare web marketing manager

Ci sono delle indicazioni precise, ci sono dei numeri da consultare. Il digital marketing strategist lavora sulla strategia. Individua le chiavi utili per spingere il pubblico verso la tua soluzione. Quindi devi conoscere gli strumenti, le logiche, i contenuti e gli obiettivi. Tutto questo si nasconde dietro a una formazione completa.

Come diventare web marketing manager? Lavorando sul piano generale e su quello particolare. Non puoi dedicarti a un’unica materia, devi conoscerle tutte. O almeno devi essere in grado di definire il peso e il valore di ogni azione all’interno del quadro generale. La tua formazione va in questa direzione, ma spesso non basta: un web marketing manager deve vantare (almeno secondo me) una buona esperienza in un’agenzia.

C’è un corso di laurea per questa professione?

Come spesso accade in questi casi, non c’è un corso di laurea specifico per diventare web marketing manager. O meglio, non c’è un ordine o un percorso specifico da rispettare per diventare un professionista in questo settore. Però, rispetto a tante altre qualifiche come il SEO e il copywriter, puoi avere grandi vantaggi nel seguire dei percorsi di studi utili. Oggi le facoltà di economia e di comunicazione hanno dei percorsi specifici.

Percorsi dedicati al web marketing. E se vuoi intraprendere la strada descritta puoi scegliere uno di questi itinerari. Ma attenzione: non basta questo per diventare un bravo web marketing manager.

Quanto guadagna un web marketing manager?

Impossibile dare una definizione chiara. Il motivo è semplice: tutto dipende dal tipo di incarico che ti viene affidato. Però, in linea, di principio lo stipendio di un web marketing manager dovrebbe essere superiore rispetto alla media. Rispetto, ad esempio, a quello che può essere il compenso di un singolo.

Posso dare solo delle indicazioni di massima, ma la regola è chiara: una persona che ha delle responsabilità, che deve verificare l’evoluzione e il buon procedere di una strategia, deve investire tanto. In termini di risorse, di tempo e conoscenze. Questo non può essere ignorato. Chiaro, puoi tentare la carta del risparmio. Puoi decidere di pagare poco un professionista del genere e vedere il progetto naufragare. Non vuoi questo, giusto?

Vuoi diventare un web marketing manager?

Perfetto, mi sembra una buona partenza. Diventare un web marketing manager non è facile. Non si arriva a questo dopo uno o due anni di esperienza. O meglio, dipende sempre dal percorso ma io posso assicurarti che questa figura deve essere in grado di gestire aspetti delicati. Non semplice operatività ma anche valutazione e adattamento. C’è una strategia che fa acqua? Perfetto, te ne devi occupare. C’è un filone che ti permette di ottenere buoni risultati? Stessa direzione.

Questa è la mia opinione, il mio contributo per chi decide di diventare web marketing manager. Ora aspetto il tuo punto di vista nei commenti: secondo te è veramente così difficile diventare un professionista affermato? Qual è la strada da seguire? Aspetto la tua idea nei commenti.

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

  • Martina Benini

    Ciao Riccardo,
    ho quasi terminato un percorso professionale per digital strategist, quindi so qual è il ruolo, conosco gli strumenti e a livello teorico ho un buon bagaglio di conoscenze.

    Ho una domanda. Poiché, come giustamente dici, serve un’esperienza solida in agenzia e si tratta di un ruolo che non si ricopre immediatamente proprio per le ampie competenze che richiede, in che modo – o meglio, con quale ruolo – si può iniziare in agenzia? In che modo posso propormi?

    Grazie in anticipo.

    • Ciao Martina ti rispondo io 🙂
      Ovviamente se trovi un’agenzia social o web marketing che crede in te ben venga, anche con uno stage. Ma molto spesso è bene cominciare passo passo, magari scegliendo una tematica particolare (seo, sem, facebook specialist, email marketing), anche perché per fare il web marketing manager o digital strategist devi conoscere bene queste specialità in modo da sapere come usarle quando ne hai bisogno e a seconda dei clienti. Quindi, parti dal basso e cresci piano piano acquisendo competenze specifiche e sommandole.

      • Martina Benini

        Grazie per la risposta puntuale e articolata Jose.
        Avendo una formazione di base che copre tutte queste aree cercherò di specializzarmi in una in particolare (ardua scelta per chi è super appassionato di comunicazione a 360°).

      • Certo, però se non lavori bene sulle singole aree, con diversi clienti (perché poi ogni cliente è una storia), nessun corso potrà mai darti la lucidità per prendere decisioni appropriate per una strategia di web marketing 🙂

      • Martina Benini

        Sì sono d’accordo. Allora partirò dai primi mattoncini e li accumulerò uno ad uno. Grazie!

Show Buttons
Hide Buttons