Top

Zuckerberg “confessa”: Abbiamo fatto un po’ di errori

Zuckerberg “confessa”: Abbiamo fatto un po’ di errori

La strategia comunicativa è di quelle belle: uno scambio di e-mail con uno dei blogger più influenti del settore per dichiarare al mondo che si, qualcosa abbiamo sbagliato, ora però faremo dei cambiamenti, caro amico Robert Scoble.

Il post di Scoble comincia con una requisitoria sulla privacy del tipo: “tutti vogliono difenderere la propria privacy ma poi, quando si tratta di personaggi famosi non frega niente a nessuno”.

Così, finita la manfrina secondo la quale Scoble ha chiesto il permesso a Zuckerberg di pubblicare il loro scambio di e-mail perché lui è un caro amico ed altre menate del genere, possiamo leggere il contenuto.

Queste le dichiarazioni “non ufficiali” del Ceo di Facebook:

“Abbiamo ascoltato tutte le richieste ed abbiamo provato a scremarle per concentrarci su quelle più importanti. Voglio mostrare a tutti un prodotto migliore oltre che parlare di cose che potremmo fare.

Siamo pronti comunque a parlare di alcune cose nuove fatte questa settimana. E voglio essere sicuro che sia stato fatto tutto bene questa volta.

So che abbiamo fatto un po’ di errori, ma la mia speranza è che il servizio si sposti verso una direzione migliore, che la gente capisca che le nostre intenzioni sono le migliori possibili e che siamo attenti ai feedback provenienti dai nostri utenti.

Spero che avremo l’opportunità di vederci di persona questa settimana. Fammi sapere se hai idee per me prima di allora.

Mark”

L’immagine dell’e-mail ed il testo in inglese per chi vuole tradurselo meglio 😛

“Hey, We’ve been listening to all the feedback and have been trying to distill it down to the key things we need to improve. I’d like to show an improved product rather than just talk about things we might do.

We’re going to be ready to start talking about some of the new things we’ve built this week. I want to make sure we get this stuff right this time.

I know we’ve made a bunch of mistakes, but my hope at the end of this is that the service ends up in a better place and that people understand that our intentions are in the right place and we respond to the feedback from the people we serve.

I hope we’ll get a chance to catch up in person sometime this week. Let me know if you have any thoughts for me before then.

Mark”

Fonte

Nel 2009 crea Socialmediamarketing.it Appassionato di ambiente, captologia, politica e pubblicità sociale si laurea in comunicazione con tesi sullo User generated advertising. Si occupa di web marketing, seo e social media marketing.

Show Buttons
Hide Buttons