Top

,

Più volte abbiamo parlato, su questo sito come su altri, di come sia importante il coinvolgimento del top management aziendale nelle attività di social media marketing. Non solo un mero coinvolgimento decisionale, che si limita ad autorizzare un'attività piuttosto che un'altra, quanto una partecipazione attiva che consente di "metterci la faccia" usando canali di comunicazione assolutamente disintermediati.Un po' quello che...

I dati sono chiari e indicano un trend impossibile da ignorare: gli accessi al web - soprattutto nella fruizione dei social media - da mobile sono un fenomeno in vertiginosa ascesa. Per trovare conferma a questo assunto basterebbe guardare i movimenti degli operatori di telefonia cellulare, che propongono continuamente tariffe e promozioni volte ad incentivare il traffico dati da...

La strategia comunicativa è di quelle belle: uno scambio di e-mail con uno dei blogger più influenti del settore per dichiarare al mondo che si, qualcosa abbiamo sbagliato, ora però faremo dei cambiamenti, caro amico Robert Scoble.

Il post di Scoble comincia con una requisitoria sulla privacy del tipo: “tutti vogliono difenderere la propria privacy ma poi, quando si tratta di personaggi famosi non frega niente a nessuno”.

Così, finita la manfrina secondo la quale Scoble ha chiesto il permesso a Zuckerberg di pubblicare il loro scambio di e-mail perché lui è un caro amico ed altre menate del genere, possiamo leggere il contenuto.

Queste le dichiarazioni “non ufficiali” del Ceo di Facebook:

Le community page di Facebook non sono altro che fan page atte a alla raccolta di temi di vasta importanza. In questi giorni sono in sperimentazione community page su alcuni politici (almeno per quello che ho visto) e tra questi Silvio Berlusconi e Gordon Brown.

Di stamattina è il post di Fabio Chiusi che allerta tutti contro un atto di spionaggio da parte di Berlusconi sulla pagina linkata sopra. L’allarme non fa a tempo ad essere lanciato e rettificato che viene linkato dalla fan page del Popolo Viola ed altri ancora. Chiusi poi rettifica correttamente.

Il termine Felicità interna lorda o FIL è stato coniato dal Re del Bhutan nel 1972. Vi invito intanto a leggere qualcosa anche su Wikipedia, visto che studi mettono in risalto il contrasto con gli obiettivi della società occidentale ed anche con il PIL.

Questo termine è ora utilizzato da Facebook per calcolare in modo algoritmico parole utilizzate in lingua italiana, olandese, inglese, tedesca e spagnola.

Sembra definitiva la sostituzione del concetto di Fan con quello del Mi Piace.

La novità (più visibile) sta in un ulteriore riquadro che mostra gli amici a cui piace la pagina e nei social ads a destra, che invece di invitare a diventare fan invita a cliccare sul “Mi Piace” (cosa abbastanza ingannevole a mio parere).

La notizia della sostituzione del concetto di Fan a quello di Mi piace per le pagine fan (o dovremmo chiamarle pagine mi piace?) era in giro da fine marzo. Ora ne vediamo gli effetti in Italia.

Effetti secondo me perversi. Sembra palese infatti che Facebook stia tendando di ingannare i propri utenti i quali essendo abituati a cliccare sul “mi piace” o “like” ai commenti e ai post degli amici, cliccheranno di più sul “mi piace” delle pagine promozionali dei brand (da ora le chiamiamo così?).

Una bella analisi è stata svolta da MR & Associati Comunicazione sulle attività svolte dai politici nelle 72 ore successive la chiusura dei seggi. Il dato emerso è tanto sconfortante quanto scontato.

Indovina un po’? Molti politici hanno abbandonato le relazioni intessute con i cittadini su Facebook e si sono limitati ad un messaggio di ringraziamento. Alcuni come la pagina fan di Rocco Palese , hanno ancora la foto promozionale.

A: “Ciao! Cosa fai nella vita?”B: “Mi occupo di Social Media Marketing.”A: “E da grande cosa vuoi fare?”B: “Voglio andare avanti ad occuparmi di Social Media Marketing, o di Web Marketing, più in generale.”A: “No, non sto scherzando, sono serio. Intendo dire cosa vuoi fare davvero nella vita?!”Questa è una triste conversazione che ho trovato sul blog di Valentina Maggi,...

Dopo Tom Anderson, fondatore dell’ormai preistorico MySpace, e Mark Zuckerberg, che invece non vede ancora all’orizzonte il tramonto del suo Facebook, pare che l’ennesimo astro nascente del web sia Andrey Ternovskiy. Russo, 17 anni appena, secondo Brad Stone del New York Times Ternovskiy è lo studente moscovita che ha ideato e realizzato Chatroulette, ovvero un servizio di videochat che connette gli utenti senza alcun criterio e con la massima semplicità d’approccio.

I social media sono strumenti offerti dalla nuova tecnologia che si caratterizzano appunto per la loro capacità di essere "social", ossia di sviluppare relazioni tra persone anche distanti tra loro, di condividere opinioni, pensieri e contenuti multidimediali, e di riutilizzare e personalizzare gli stessi per fare in modo che questi diventino utili a più persone possibile.Con i social media è...

Il gran parlare degli ultimi giorni sul caso Wikio-PromoDigital e la questione dei post sponsorizzati ha avuto una discreta rilevanza nella nostra setta/nicchia di socialmediari. Della questione ne hanno parlato tra gli altri Delimyth, TagliaErbe, Wolly, Francesco Gavello e Stefano Vitta, quindi per evitare ripetizioni riassumo in breve – e in modalità for dummies – cos’è successo:

Partendo dal presupposto che non ci sono parametri e metriche certe e garantite alla base della buona riuscita di una strategia di social media marketing, ho riflettuto in questi giorni su quale possa essere il modo più efficace per "ottimizzare" la comunicazione nei social media.Prendo in prestito dalla Seo il termine ottimizzazione per legarmi alle modalità comportamentali da seguire, nella...

Show Buttons
Hide Buttons