Top
Come fare Social Media Marketing aziendale

Come fare social media marketing aziendale

Tutti gli imprenditori, proprietari di attività più o meno local e giovani creatori di startup vogliono capire come fare social media marketing aziendale. Perché grazie a questa combinazioni di idee, contenuti, strategie e interazioni puoi ottenere vantaggi concreti. O almeno così viene proposta l’iniziativa.

Sui social si vende, si trovano clienti e si può guadagnare. Questa è la promessa che il web fa a chi mette per la prima volta piede nel mondo delle condivisioni virtuose. Se muovi male le tue mosse sulla scacchiera rischi il tracollo immediato. Affondi subito e capisci che non c’è spazio per i dilettanti

Non puoi affidarti ai cugini, agli amici e ai nipoti. A meno che non siano di professionisti, è chiaro. Perché questo è il primo passaggio da evidenziare quando ti chiedono come fare social media marketing aziendale: devono esserci persone competenti dietro determinate azioni. Ma poi? Cosa deve succedere?

Facile dire che per lavorare bene su Facebook e Instagram bisogna dare tutto in mano a una digital agency referenziata. Ma devi avere una mappa da seguire, un riferimento. Quali sono i parametri da valutare quando decidi di portare la tua impresa sui social? Ecco 5 pilastri validi sempre e comunque.

Definisci un budget per le tue sponsorizzazioni

Che sia su Facebook ADV, Twitter, Instagram o LinkedIn non fa differenza. O meglio, le divergenze ci sono ma immagino che contemplino le tue necessità e quelle del tuo target. Ma anche della strategia di social media marketing alla quale ti riferisci. Ciò che serve, sicuramente, è il budget di riferimento.

Non puoi fare un buon lavoro di social media marketing aziendale senza un minimo di advertising online. O quantomeno la convinzione del fatto che non puoi procedere a costo zero sul fronte delle sponsorizzate.

Se vuoi risultati concreti (vendite, lead, engagement) hai necessità di promuovere i post. La reach organica è un ricordo sempre più vago, se hai bisogno di risultati devi investire e misurare al meglio i numeri.

Da leggere: quali sono i KPI di una pagina Facebook?

I tempi (e le relative reazioni) sono fondamentali

Vuoi capire come fare social media marketing per aziende? Devi prendere sul serio l’idea di dove ridurre i tempi d’azione. Oggi le persone si aspettano reazioni rapide ed efficaci, non puoi pensare di poter fare customer care service su Facebook rimandando le risposte di diverse ore. Magari di giorni.

I tempi (e le reazioni) sono sempre fondamentali

Non funziona così. Stai lavorando per anticipare il fallimento del tuo brand sui social network in modo netto. Senza possibilità di appello. Come puoi vedere da questo grafico di sproutsocial.com, le aspettative del pubblico sono altre. Anche se le aziende continuano a fare diversamente.

Scegli bene le realtà che vuoi (e che devi) presidiare

Vuoi iscriverti su ogni piattaforma social che promette visibilità, esperienza di comunicazione fantastica, relazione con i clienti e tanto divertimento? Non è per forza questa la soluzione giusta, inizia a essere presente nel punto in cui si trovano i tuoi clienti. E dove puoi esprimere le tue potenzialità.

Tutto questo deve essere pensato in ottica strategica. Non basta iscriversi per ottenere buoni risultati, se vuoi fare social media marketing per il tuo universo corporate devi presidiare i luoghi giusti.

Curando il profilo, il calendario editoriale e le comunicazioni. Ovviamente le promozioni. Puoi fare questo per ogni social network garantendo massima qualità del risultato? Meglio tagliare i rami secchi.

Valuta le parole e i visual da usare su internet

Problema molto sentito dalla maggior parte delle grandi aziende internazionali, ma i piccoli imprenditori nostrani spesso fanno ancora fatica a comprendere la centralità del linguaggio. E dei codici visual.

Ma soprattutto di come ciò sia legato con la buona comunicazione che tenga presente le sensibilità individuali, le differenze e gli umori del pubblico. Ciò che sembra ironia a me può essere un’offesa per altri.

Sì, è vero: siamo sulla tua pagina Facebook ma non puoi muoverti come credi. perché queste pretese portano verso i danni che ben conosciamo: social media fail che si traducono in disastri per il brand. Che sia chiaro: un bravo crisis manager riesce a tamponare, ma meglio non entrare in queste dinamiche.

Perché sono imprevedibili. E poi l’azienda che non ha la sensibilità di dosare le parole spesso ignora anche l’importanza di un’azione tempestiva per evitare il tracollo. Peggiorando sempre di più la situazione.

Considera i social network come un luogo di dialogo

E non un semplice megafono nel quale gridare le ultime offerte, gli sconti e le occasioni. Gli strilloni hanno vita breve sui social e lo stesso vale per le aziende che non prendono in considerazione l’idea di poter (e dover) dialogare con il pubblico quando decidono di scendere in pubblica piazza.

Come fare social media marketing aziendale

Non hai tempo? Non credi che sia necessario tutto ciò? Partiamo da un concetto famoso e ben noto esposto dal Cluetrain Manifesto: i mercati sono conversazioni e le organizzazioni entrano nel mercato.

E questo vale (soprattutto) per le piazze digitali come quelle che si creano su Facebook, Twitter o Instagram. Secondo te puoi veramente ignorare il fatto che una risposta data in un certo modo può cambiare la prospettiva con cui l’utente percepisce il valore del tuo brand? Così si vende sui social.

Devi costruire e creare benefit commento dopo commento. Proprio come fanno grandi imprese tipo Starbucks che, ovviamente, hanno tante risorse. Ma anche una mole superiore di conversazioni.

Da leggere: trova gli influencer giusti su TikTok

Quindi, vuoi fare social media marketing aziendale?

Il concetto: devi seguire il valore che puoi dare alle persone che vuoi interessare. Non devi vedere i social come uno strumento per gridare e sbraitare per raggiungere i contatti che ti interessano. E non devi avere la pretesa di poter fare quello che vuoi solo perché è un tuo canale.

Qui non sei a casa tua, non è il tuo capannone aziendale e neanche la pagina che acquisti sul giornale locale. Sei in una piazza digitale, visibile ed esposta al giudizio del pubblico. Devi esserci sempre e al meglio delle tue potenzialità Riducendo tempi di risposta e investendo il giusto. Allora, da dove iniziamo?

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

Nessun commento

Inserisci un commento

Show Buttons
Hide Buttons