Top
L'importanza degli User Generated Content con l’arrivo del 2021

L’importanza degli User Generated Content con l’arrivo del 2021

Possiamo affermare con assoluta certezza che il 2020 è stato l’anno che ha messo a dura prova la maggior parte dei brand.

La pandemia ha costretto le aziende di tutti i settori a riformulare il modo in cui comunicare e vendere i propri prodotti e servizi,  a causa delle chiusure obbligatorie e di un aumento esponenziale della concorrenza online. 

Un marketing più empatico non è mai stato così importante come in questo momento e tantissimi brand si sono trovati completamente privi di risorse e competenze per creare campagne marketing adeguate.

Senza parlare dei numerosi tagli di personale che si sono verificati e la difficoltà di coordinazione dei team, che – da un giorno all’altro – si sono trovati impreparati a fronteggiare i delicati equilibri dello smart working. 

I brand hanno dovuto cercare metodi alternativi per connettersi con il loro pubblico.

Sembra tutto nero, vero?

Ma non è affatto così: dall’inizio della pandemia, il 42% delle persone in tutto il mondo trascorre più tempo sui social media. Non c’è mai stato momento migliore per connettersi con i propri clienti online. 

Perché i contenuti generati dagli utenti (UGC) sono stati una parte fondamentale del 2020

I contenuti generati dagli utenti (User Generated Content) sono sempre stati una delle forme di contenuto più interessanti. 

Risultano più autentici rispetto ai contenuti standard creati dalle aziende e infondono un maggiore senso di fiducia. 

Quest’anno è stato più importante che mai. Ecco perché:

  • Gli UGC attingono al desiderio di contatto umano (seppur virtuale) dopo mesi di isolamento e quarantena
  • Gli UGC costruiscono e rafforzano una community
  • I contenuti generati dagli utenti sono riconoscibili: le persone cercano contenuti utili e familiari che rispecchino la difficile situazione in cui ci troviamo
  • I contenuti generati dagli utenti consentono ai brand di instaurare una relazione più profonda ed autentica con i propri clienti
  • I contenuti generati dagli utenti aiutano i brand a generare contenuti di qualità con poco effort.

Cosa abbiamo imparato dagli UGC nel 2020

Il 2020 ci ha insegnato molto sulla vita e sugli affari. In termini di UGC, ci ha mostrato quanto sia importante la connessione nei momenti di bisogno e come il senso di comunità sia fondamentale per superare le situazioni difficili. 

1. Connettere i brand con i potenziali clienti.

Essendo un potente strumento di narrazione, gli UGC sono in grado di connettere i brand con i propri potenziali clienti e creare un senso di appartenenza più profondo. 

Ti porto come esempio la campagna di Facebook  “We’re Never Lost If We Can Find Each Other”, che evidenzia come le persone rimangono in contatto durante la pandemia e come stanno affrontando la quarantena e tutti i vari blocchi e chiusure di ristoranti, attività, luoghi di ritrovo.

Facebook ha utilizzato video e foto catturati direttamente dagli utenti di Facebook e li ha uniti in un video in stile documentario che è sia commovente che informativo. 

2. La familiarità è fondamentale nei momenti di bisogno

A nessuno piace sentirsi solo, soprattutto con una pandemia globale che imperversa ovunque.

Utilizzare gli UGC come strategia di marketing ha come risvolto positivo il fatto che questa tipologia di contenuti risultano molto più familiari e riconoscibili rispetto alle campagne standard.

Il brand Made.com se n’è reso ben presto conto.

Il suo marketing è sempre stato incentrato sul concetto di “casa”, ma durante la pandemia è diventato ancora più importante. 

Hanno creato pagine dei prodotti piene di immagini provenienti dai clienti stessi, che sono servite da ispirazione. 

3. Tutto cambia così velocemente

Nessuno avrebbe potuto prevedere come sarebbe andato il 2020 – in effetti, al momento è difficile pianificare qualcosa anche con poche settimane di anticipo, poiché le cose stanno cambiando davvero molto rapidamente. 

I contenuti generati dagli utenti sono in gradi di far risparmiare tempo ai ai brand e consentono loro di cavalcare le tendenze con grande rapidità. Questa è la chiave per stare al passo con l’evoluzione delle esigenze dei consumatori. 

Buffalo Wild Wings ne è un grandissimo esempio: hanno creato un annuncio servendosi unicamente di UGC, che mostra persone reali che – all’interno delle proprie case – si inventano nuovi sport.  

Questo per collegarsi al fatto che gli appassionati di sport non potevano più riunirsi e guardare le loro squadre preferite in luoghi pubblici. 

L’annuncio in realtà è passato dall’ideazione al completamento in meno di una settimana e ha permesso ai clienti di rimanere in contatto con il marchio praticamente quando non erano in grado di farlo di persona. 

Questi nuovi e importanti cambiamenti continueranno ad avere grande peso anche per il nuovo anno che sta arrivando.

La cosa migliore da fare per ogni brand – quindi – è sapersi adattare e imparare ad ascoltare i propri utenti.

e tu cosa ne pensi?

fammelo sapere nei commenti

see ya!

Growth Marketer, Musicista, Nerd appassionato di Tech, Psicologia e Bassotti. 17 anni fa ho scoperto Internet e sto cercando ancora di riprendermi.

Nessun commento

Inserisci un commento