Top
Instagram: nuovi aggiornamenti per i contenuti brandizzati (anche nei Reels)

Instagram: nuovi aggiornamenti per i contenuti brandizzati (anche nei Reels)

La guerra a TikTok è appena cominciata.

Instagram sta continuando ad aggiungere nuove funzionalità a Reels, per tentare di arrestare l’ascesa della piattaforma rivale.

Il territorio più fertile per questa battaglia è sicuramente quello della monetizzazione dei video (che in molti stanno attendendo con ansia). 

Taggare un brand su Reels

La prima mossa, Instagram sembra averla fatta: di recente, infatti, ha aggiunto la possibilità di taggare un brand all’interno di Reels, proprio come è già possibile fare nel feed.

Questo nuovo aggiornamento consente ai creator dar vita a nuove collaborazioni con i brand e di guadagnare direttamente grazie ai contenuti pubblicati con Reels.

Sarà sufficiente per impedire agli influencer di deviare sulla piattaforma rivale? Probabilmente lo scopriremo a breve. 

taggare un brand su instagram reels

Strumenti collaborativi per i Creators

Oltre a ciò, Instagram aggiunge anche un nuovo procedimento che consentirà ai brand e ai creator di lavorare in modo collaborativo sulla creazione di contenuti di Instagram, contrariamente al processo attuale che prevede che i brand possano promuovere unicamente un post preesistente.

i brand possono fare pubblicità dagli account dei creators su Instagram attraverso una richiesta che deve essere approvata

Ecco le parole di  Instagram :

“Fino ad oggi, gli annunci di Branded Content potevano essere creati solo promuovendo i post esistenti dei creator. Instagram sta ora lanciando un nuovo flusso di lavoro in cui gli inserzionisti possono creare annunci Branded Content senza la necessità che i creator pubblichino prima in organico su Instagram. Ora i brand hanno maggiore flessibilità e meno vincoli quando vogliono pubblicare annunci con contenuti brandizzati “.

Il procedimento consente agli inserzionisti di pubblicare direttamente dall’account di un creator, il che potrebbe essere problematico. Ma quest’ultimi manterranno la capacità sia di approvare che di mettere in pausa qualsiasi annuncio pubblicato tramite il loro profilo.

Il procedimento funzionerà in questo modo:

  • Gli inserzionisti inviano la richiesta di accesso per la creazione di annunci
  • Il creator accetta l’accesso alla creazione di annunci e l’inserzionista riceve una notifica al momento dell’approvazione.
  • Il creator riceve la notifica dell’annuncio creato per confermare la sua approvazione

Questo nuovo metodo rende le partnership più collaborative e meno macchinose e l’esclusività aggiuntiva potrebbe portare a promozioni e partnership di maggiore calibro.

Instagram sta anche cambiando le sue regole sui contenuti brandizzati nelle storie e nei post che includono tag di prodotti.

Elementi cliccabili su Stories sponsorizzate

Facendo riferimento alle stories, Instagram afferma che gli annunci con contenuti brandizzati saranno ora in grado di includere elementi cliccabili:

“… come @menzioni, posizione e hashtag. Vogliamo che i brand abbiano accesso a tutte le possibilità che offre la creazione organica delle stories, per rendere l’esperienza più autentica possibile.”

Le aziende ora saranno anche in grado di promuovere post con contenuti che includono il tag di un prodotto.

“Fino ad oggi, i post con contenuti brandizzati di creator che includevano tag di prodotto non potevano essere promossi. Ora i brand possono ottenere più valore da questi contenuti. Questo rende più facile per le persone fare acquisti direttamente dai creator che li ispirano”.

I nuovi strumenti offrono sicuramente maggiori opportunità per le collaborazioni con gli influencer che, come notato, potrebbero aiutare la piattaforma a ricoprire una posizione di vantaggio rispetto a TikTok.

Tools per l’e-commerce su TikTok

TikTok non rimane indietro. Sta costruendo i suoi e-commerce tools, che sono stati una parte importante del suo successo in Cina.

Ma Instagram, che lo scorso trimestre ha generato entrate per circa 3 miliardi di dollari, è in una posizione di vantaggio se parliamo di strumenti pubblicitari. 

Tra l’altro, TikTok è ancora coinvolto in una trattativa sulla sua possibile vendita a una società statunitense e più a lungo si trascina, più è difficile  per TikTok consolidare i suoi flussi di entrate e chiarire i suoi processi per i creator. 

E voi che ne pensate? fatemelo sapere qui sotto nei commenti!

See ya!

Growth Marketer, Musicista, Nerd appassionato di Tech, Psicologia e Bassotti. 17 anni fa ho scoperto Internet e sto cercando ancora di riprendermi.

Nessun commento

Inserisci un commento

Show Buttons
Hide Buttons