Top





rimozione like instagram italia luglio 2019

Perché Instagram sta rimuovendo i Like

La rimozione dei Like su Instagram qualche mese fa sembrava solo un test (fatto in Canada) ma oggi sta diventando realtà in molti altri paesi.

Tecnicamente non si tratterà di una rimozione totale dei Like ma solo di un “impedimento” a vederli da parte di chi ci segue.

Dopo il Canada gli altri paesi che non vedranno i like:

  • Italia
  • Irlanda
  • Brasile
  • Giappone
  • Australia
  • Nuova Zelanda

Ecco come sarà l’interfaccia di Instagram senza like, con alcune versioni diverse.

Ma perché non si potranno più vedere i like di altri utenti?

A quanto pare, Instagram vuole che i nostri follower si concentrino più sulla qualità di cosa postiamo che sul numero di like ricevuti. Ovvero, non si vuole che il numero di like sia l’unico stimolo a mettere altri like, provando così ad aumentare un’interazione più genuina.

Il problema della genuinità

È appunto questo il problema. Instagram sta evidentemente soffrendo i troppi bot allacciati agli account degli utenti che lavorano per incrementare follow e like sui post ed anche i famosi gruppi, gli instagram pod, sui quali gli utenti si riuniscono per farsi like a vicenda, e per questo ha scelto di nascondere un primo elemento di vanità.

Ma se è proprio sulla vanità che si fondano questi social media forse Instagram sta sbagliando qualcosa. Sarà solo il tempo a dircelo.

Resta comunque il fatto che Instagram, in questi ultimi due anni, è diventato l’unico social media su cui molti vogliono fare business. Dei molti contatti che ricevo per una consulenza social, alcuni non hanno neanche un sito o un blog e credono di poter far tutto da Instagram. Colgo l’occasione per segnalare a chi vuole fare business su Internet che, come è stato dimostrato da questo evento dei like nascosti agli utenti, i social media sono ottimi per pubblicizzarsi e farsi vedere, quasi indispensabili, ma è altrettanto indispensabile avere un porto sicuro, ovvero un sito di proprietà con tanto di backup mensile, sul quale solo noi possiamo decidere che fanno i contenuti.

I contenuti che postiamo sui social possono sparire da un momento all’altro perché, in molti casi, non sono di nostra proprietà. Quindi è fondamentale avere un piano B, che poi dovrebbe essere il piano A. tutto dovrebbe partire dal proprio sito, per poi propagarsi sui social.

Che fine fanno gli influencer senza like?

Forse è un falso problema, perché gli influence possono sapere quanti like ricevono, che tipo di engagement hanno e quindi mostrarlo a potenziali clienti.

Di certo resta che diminuirà sicuramente lo stimolo a fare like naturali (nel caso dei bot ci saranno sempre) e quindi la tendenza sarà sicuramente a ribasso.

Ma per chi vuole continuare con questa pratica, basterà scegliere accuratamente l’influencer giusto e farsi mostrare dati veritieri, che possano portare un beneficio reale al proprio business.

Commenta qui!

Nel 2009 crea Socialmediamarketing.it Appassionato di ambiente, captologia, politica e pubblicità sociale si laurea in comunicazione con tesi sullo User generated advertising. Si occupa di web marketing, seo e social media marketing.

Nessun Commento

Commenta qui

Show Buttons
Hide Buttons