Top
kpi pagina facebook 2020

Quali sono i KPI di una pagina Facebook?

Quando decidi di affrontare un buon piano di social media marketing non puoi fare a meno dei dati. E in particolar modo delle KPI di una pagina Facebook. Il motivo si divide in due: in primo luogo la Fan page è ancora oggi lo strumento essenziale di tutte le azienda e che decidono di puntare sul digital marketing.

Puoi decidere di fare promozione su TikTok, Instagram Pinterest e quant’altro. ma la Facebook Fan page resta un riferimento concreto e misurabile. Proprio per questo (ed ecco il secondo passaggio) dobbiamo puntare sul ROI e ragionare in termini di KPI. Ovvero Key Performance Indicator. Vale a dire?

Sono dei parametri in grado di dimostrare chiaramente la crescita, i miglioramenti o i peggioramenti dell’attività social. In questo modo è possibile fare sul serio, controllare i dati che mostrano veramente come procede il percorso verso gli obiettivi di marketing definiti a monte dalla strategia.

KPI di una pagina Facebook: numero dei fan

Il primo punto che è sempre giusto considerare: la platea, in particolar modo il numero delle persone che hanno deciso di seguire i tuoi aggiornamenti . Almeno in teoria perché sai bene (e ci mancherebbe altro) che le persone nell’elenco dei fan non vengono aggiornate puntualmente rispetto alla tua attività.

Solo una piccola percentuale vede, attraverso fonte organica, il tuo operato. Quindi possiamo comodamente confermare che il numero di fan non è un KPI molto valida per una pagina Facebook.

Anzi, è una vanity metric che serve a ostentare ma non dà molte informazioni. D’altro canto non è del tutto da scartare se si valuta rispetto alla crescita dell’audience: capire se e come cresce la fan base è importante, a prescindere dal numero totale dei follower che può essere influenzato in mille modi diversi.

Da leggere: trova gli influencer giusti su TikTok

Engagement, il coinvolgimento delle persone

Andiamo verso lidi soleggiati e metriche specifiche. Vuoi iniziare a definire i KPI di una pagina Facebook in grado di raccontare veramente il lavoro svolto dai tuoi contenuti? Perfetto, puoi misurare il coinvolgimento dei tuoi fan per ogni post pubblicato. Ciò avviene in termini differenti. Ovvero:

  • Mi Piace.
  • Condivisioni.
  • Commenti.

Che a loro volta possono essere positivi, negativi o neutri. Inoltre l’engagement tiene conto anche del tipo di reazione che viene lasciata oltre al Mi Piace. Da tutto questo ricaviamo il tasso di coinvolgimento (post engagement rate) che è sicuramente una delle metriche più importanti da seguire e tracciare.

Si determina in modo semplice: è la percentuale che mette in relazione le persone che hanno visto un post con quelle che hanno deciso di lasciare un segno tangibile del proprio passaggio con un Mi Piace.

Ma anche una condivisione o un commento. Senza dimenticare il click. Questo è importante perché ti permette di capire cosa può essere utile in termini di content marketing per la tua pagina Facebook.

Content Reach e KPI di una pagina Facebook

Altra metrica molto interessante quando parliamo di ottimizzazione del lavoro social su Facebook. In particolar modo perché consente di valutare un punto: la reach dei contenuti che pubblichi.

Vale a dire Quante persone vedono i tuoi articoli, i link, le foto e gli aggiornamenti con video che pubblichi sulla pagina. Sai già che la reach organica non vive un buon momento, vero? Questo è un dato noto.

Ma cosa stai facendo per migliorare la portata (questa è la traduzione di reach) degli update? Esiste un contenuto che attira maggiormente l’attenzione? Qual è il momento migliore della giornata per raggiungere fan? Tutte queste domande fanno parte del lavoro da svolgere tenendo ben presente i KPI.

Click Through Rate: quante persone cliccano?

Siamo persone pratiche e vogliamo dati concreti. Tipo quelli che ti consentono di capire quanti click ha ricevuto un link. Ma questo non è un valore interessante, è un dato assoluto che racconta poco.

Mettiamolo in relazione con le impressioni, ovvero: delle persone che hanno visto questo link, quante hanno cliccato? Così puoi registrare un dato molto interessante, il KPI di una pagina Facebook che ti consente di ottenere informazioni sull’efficacia del copy, del visual e dell’argomento di ciò che condividi.

Come si ottiene il valore? Prendi il numero di click sul link e dividilo per le impressioni. Moltiplica il risultato per 100 e otterrai la tua percentuale di persone che hanno visto il link cliccandolo.

Conversioni, dalle vendite alla lead generation

Alla fine arriviamo a ciò che serve: quali sono i risultati concreti? Le KPI elencate nell’articolo consentono di monitorare la qualità dell’operato, ma in buona sintesi vuoi sapere solo quanto hai venduto grazie a Facebook. Con un buon lavoro di monitoring dei dati su ADV puoi ottenere questo valore e lo puoi fare anche se hai impostato come parametro ufficiale della tua campagna la lead generation.

Da leggere: cos’è e a cosa serve Facebook Shop

Quali sono i migliori KPI di una pagina Facebook?

La domanda non è banale, spesso osserviamo dati che non rappresentano nulla. E che però ci sembrano particolarmente importanti. Non è così, e se non hai ben presente le possibili metriche da osservare conviene valutare una consulenza specifica. Soprattutto se vuoi investire su Facebook ADV.

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

Nessun commento

Inserisci un commento

Show Buttons
Hide Buttons