Farmacia Internazionale
Farmacia Internazionale
Per la nostra farmacia abbiamo attivato una consulenza social media con il team di Socialmediamarketing.it e ci siamo trovati molto bene sia su Instagram che su Facebook. Dai piani editoriali alle campagne digital, la strategia attuata ha migliorato di molto i nuovi contatti e la relazione con i clienti.
Valeria Vano
Valeria Vano
Abbiamo lavorato con Socialmediamaketing.it e Jose sia per formazione interna che per realizzazione sito e gestione campagne. Grande competenza e qualità sia nei risultati che nei tempi di risposta.
carlo cianci
carlo cianci
Per il nostro studio di commercialisti abbiamo attivato una serie di campagne social per acquisizione contatti con ottimi risultati. Tutto il team è disponibile, gentile e preparato.
Pierluca Santoro
Pierluca Santoro
Socialmediamarketing.it gestisce da qualche tempo le mie campagne ed ho anche seguito alcuni corsi di formazione. Team sempre disponibile e molto simpatico.
Stefano Quaglietti
Stefano Quaglietti
Professionali e Puntuali
Gianluca Fazio
Gianluca Fazio
Collaboro con Jose da anni, una delle migliori agenzie Romane
Donatella Palermo
Donatella Palermo
Un corso strutturato sul social media marketing curato in maniera attenta e di facile comprensione, ricco di spunti per poter operare da subito con le proprie competenze di base ed avendo anche il sostegno di un team di esperti che guida passo passo l'imprenditore che vuole promuovere la propria attività in ambito turistico. Lo consiglio vivamente a chi come me, non ama perdere tempo e vuole raggiungere l'obiettivo prefissato con ottimi risultati.

Top
MarTech, cosa vuol dire e come si applicano i principi del binomio Marketing-Tecnologia

MarTech, cosa vuol dire e come si applicano i principi del binomio Marketing-Tecnologia

MarTech, questo è il concetto fondamentale per chi si occupa di promozione e vuole sfruttare i prodigi della tecnica per ottenere il massimo. Perché gli strumenti a disposizione per estrapolare e organizzare i dati sono sempre più raffinati. Ma l’applicazione di queste nuove frontiere della promozione online e offline si scontrano con una serie di limiti. Che in parte riguardano la non conoscenza dei temi e delle risorse.

Ancora si usa male la strumentazione necessaria per ottenere dei dati. In altri casi invece il problema è l’assenza di una prospettiva degna di questo nome: si immagazzinano dati ma non si usano.

O lo si fa per scopi errati, senza arrivare alla conclusione del processo. Il quale vede numeri e strumenti come lo scopo e non il fine. Quindi, cosa vuol dire questo concetto che risponde al nome di MarTech?

Cos’è MarTech e cosa significa

Con questo termine indichiamo la fusione (crasi) delle parole Marketing + Technology. Quindi arte della vendita efficace, sia online che offline, e tecnologia applicata. Al di fuori della definizione standard, possiamo dire che il termine MarTech si riferisce all’insieme di applicativi, software e applicazioni online per consentire ai responsabili marketing di trovare, organizzare, estrapolare e presentare dati utili ai processi.

Spesso si parla di big data e di marketing diretto dai numeri per eliminare errori, fraintendimenti, possibili decisioni prese senza una visione ma solo per semplice intuizione. Chiaro, tutto questo è giusto e valido.

Il lavoro data driven è sempre indispensabile ma per renderlo realistico e veritiero bisogna scegliere gli strumenti giusti per collezionare i valori che servono. Tutto questo può essere fatto grazie all’investimento concreto in quello che definiamo MarTech: scegliere gli strumenti, le tecnologie necessarie a un determinato lavoro di marketing. Procedendo per analisi delle necessità e valutazione delle offerte.

Da leggere: come fare social media marketing con l’email

A cosa serve questa tendenza

L’ipotesi è che per ottenere dei risultati concreti nel nostro mondo fatto di customer journey e funnel marketing sempre più complessi bisogna avere strumenti adeguati. Quindi è necessario un lavoro di cernita e scelta dei programmi adeguati a ogni esigenza. La scelta a caso, per simpatia o convenienza non è più apprezzabile: bisogna investire nel modo giusto in tecnologia per vendere di più.

I benefici di un approccio tecnico alla scelta della strumentazione software per fare marketing sono chiari. In primo luogo puoi intercettare i numeri che servono, riducendo i tempi necessari per l’analisi.

È possibile gestire in modo equilibrato la reportistica ma prima ancora l’analisi delle cifre individuate. Con gli strumenti giusti puoi ridurre sforzi e attese, ottenendo quello che serve per un approccio data driven al marketing. Tutto questo si traduce in risultati e maggiore soddisfazione del cliente.

Tipi di strumenti del MarTech

Di sicuro non esiste un’unica categoria di software per supportare il lavoro di digital marketing. Si può parlare di programmi che ti supportano per la raccolta dei dati, altre soluzioni che archiviano e analizzano, altre che permettono di attivare delle procedure specifiche. Per essere corretti dobbiamo parlare di:

  • Raccolta.
  • Analisi.
  • Ottimizzazione.
  • Presentazione.

Come puoi vedere anche da quest’immagine (https://www.earthnetworks.com), la divisione può seguire anche altri schemi come quelli di attirare gli utenti, ingaggiare conversazioni e interazioni.

Tipi di strumenti del MarTech

Ci sono piattaforme che consentono di lavorare su tutti i fronti. Pensa a CMS come Salesforce e Hubspot che per quanto possano essere professionali e tecnici ampliano in continuazione il raggio d’azione.

Non a caso Hubspot offre anche piattaforme per fare blogging e inviare newsletter. Ma è vero che ci sono eccellenze che consentono di svolgere lavori specifici, per nicchie ristrette e attività dedicate.

Da leggere: 11 programmi per fare email marketing

I limiti del MarTech

In realtà è sbagliato parlare di veri e propri limiti di questa tendenza all’uso delle tecnologie migliori per il lavoro di marketing. Un lavoro che è sempre più complesso a causa della multicanalità.

E la moltiplicazione dei vari touchpoint nel funnel marketing rende tutto più complesso. MarTech non ha dei limiti intrinsechi ma solo quelli riflessi da un uso improprio della tecnologia: quando i marketer si concentrano solo sui risultati, riducendo il proprio operato a collezionare dati, usano male gli strumenti offerti dall’evoluzione tecnologica. Perché non c’è una vera e propria consapevolezza di come si usano.

Come sempre, se si indica la luna non bisogna guardare il dito ma l’astro. Allo stesso modo, il concetto di MarTech deve essere accompagnato da un’attività critica di analisi e interpretazione dei dati per poi prendere decisioni di conseguenza. Per far questo non c’è software disponibile sul mercato.

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

Nessun commento

Inserisci un commento

Apri la chat
1
Salve. Scrivici se hai bisogno di un preventivo o di formazione e ti risponderemo a breve.
Non forniamo assistenza gratuita per problemi relativi ad hackeraggio social e simili.