Top

Riuscirà Twitter a superare l’email come strumento di comunicazione aziendale?

Secondo me probabilmente no, almeno allo stato attuale. Ormai “email” è quasi un sinonimo di web, essendone parte fondante sin dagli esordi della grande diffusione di massa della Rete, pertanto la rassicurante certezza della sua asincronia, unito al costo zero, continuerà a popolare la quotidianità di tutti i lavoratori del mondo. A tal proposito segnalo un’interessante riflessione fatta da Domenico Nardone diversi mesi fa sull’email come killer application nella comunicazione interna all’azienda.

Quello che invece Twitter può andare a sostituire nel giro di pochissimo tempo è l’utilizzo dell’email come strumento di marketing.

The iceberg of social media brand marketing

(clicca sull’immagine per vedere una versione ingrandita)

Qualche settimana fa, seduti in un pub a bere una birra, riflettevo con Jose e Domenico sulle differenze tra campagne di social media marketing di tipo “advertising” e campagne – ma sarebbe meglio parlare di presenze – più orientate alla costruzione del brand, con dinamiche, metriche e obiettivi diversi rispetto al primo tipo, ma soprattutto dotate di valutazioni dell’efficacia giustificabili nel lungo termine.

Qualche giorno fa Andrew Ballenthin ha lanciato una bella domanda sui gruppi di Linkedin: perchè Twitter può essere utile al tuo business? L’ha chiesto direttamente agli interessati riuscendo ad ottenere un focus group in tempo reale da cui sono emerse delle cose interessanti riguardo al periodo di recessione e crisi economica in atto in tutto il mondo.

Twitter per il business consigli

In particolare, al di là della sua forza nella divulgazione di notizie e nell’interazione sociale, pare che Twitter abbia dato una grossa mano ad alcune aziende nell’ottenere vantaggi utili e competitivi in tempi di crisi consentendo di:

  • ottenere accesso a nuovi clienti
  • ricevere feedback che se interpretati nel giusto modo possono consentire di potenziare le vendite
  • accedere a opportunità di business con aziende con cui sarebbe stato impossibile entrare in contatto prima.

Sugli oltre 120 commenti ricevuti su Linkedin, Andrew ha estratto i principali, li ha raccolti in 20 punti, e li ha pubblicati sul suo blog Community Marketing:

  1. Stabilire contatti con persone che non avresti mai potuto incontrare prima.
  2. Essere circondati da una quantità enorme di idee, consigli e stili diversi.
  3. Trovare nuovi clienti commentando i twit degli altri.
Show Buttons
Hide Buttons