Top
feed esplora facebook

Facebook Testa il feed Esplora ed è panico

Quanti di voi hanno fatto caso al Feed Esplora? Un po’ come quello di Instagram me meno visibile su Facebook perché deve proprio cascarci l’occhio se siamo su desktop, mentre dobbiamo pigiare il menu dell’app se vogliamo visualizzarlo da smartphone.

Il Feed Esplora di Facebook è una sezione in cui gli utenti, proprio come su Instagram, possono trovare contenuti pubblici che Facebook ritiene più popolari, sempre in base ai gusti ed alle attività del singolo utente.

Ma cosa è successo in questi giorni?

Facebook ha deciso di testare questo feed in modo diverso in alcuni stati (Slovakia, Sri Lanka, Serbia, Bolivia, Guatemala and Cambogia, va a capire perché). Come? Semplicemente andando a tagliare con l’accetta i contenuti che gli utenti vedevano nel newsfeed. Così il Feed Esplora è diventato un feed dedicato alla visualizzazione di contenuti generati dalle pagine seguite dagli utenti, mentre nel newsfeed erano prodotti solo contenuti degli amici e contenuti sponsorizzati.

Il panico nel mondo (che conta economicamente)

Tutto l’occidente è andato in tilt dopo questa notizia.

Come faremo con i contenuti organici? Non c’è più speranza per le pagine!

C’è da dire che la visibilità dei contenuti organici è sempre a ribasso, quindi il panico talvolta è anche giustificato. Ed è stato ancora peggio dopo questo test per le pagine dei paesi che lo hanno dovuto subire.

Come riporta questo post su Medium infatti c’è stato un crollo verticale, anche dovuto al fatto che questo feed esplora non è proprio frequentatissimo.

crollo visibilità pagine facebook in feed esplora

La soluzione al panico

Ovviamente questo mix di fattori ha portato Facebook a fare un comunicato ufficiale nel quale si specifica che questo è solo un test e che non ci sono piani futuri per estenderlo a livello globale.

Ma la volontà e la necessità di Facebook è quella di monetizzare tenendosi stretti gli utenti, le due cose spesso non vanno di pari passo perché la troppa pubblicità può far scappare le persone su altri lidi. Queste persone vogliono solamente avere contatti con i propri cari e la pubblicità, come appena detto, è troppa.

Un social network rischia di non essere più tale su queste basi e per questo Facebook deve sperimentare nuovi spazi di aggregazione sulla propria piattaforma, perché gli utenti attivi quotidianamente, settimanalmente e mensilmente sono un valore economico che non può spegnersi. Il loro fuoco va sempre attizzato.

Il motivo del test sul Feed Esplora

Il motivo di questo test era proprio di capire se le persone si possono adattare ad un doppio spazio, uno per i rapporti personale ed uno per i post pubblici.

The goal of this test is to understand if people prefer to have separate places for personal and public content. We will hear what people say about the experience to understand if it’s an idea worth pursuing any further. There is no current plan to roll this out beyond these test countries or to charge pages on Facebook to pay for all their distribution in News Feed or Explore. Unfortunately, some have mistakenly made that interpretation — but that was not our intention.

E sperando non ci siano nuovi errori di interpretazione, Facebook continuerà a fare test per capire come tenerci ben agganciati sulla sua piattaforma, sperando si arrivi ad una quadra che riesca a far funzionare bene sia l’interazione tra gli utenti che quella tra utenti e pagine.

Nel 2009 crea Socialmediamarketing.it Appassionato di ambiente, captologia, politica e pubblicità sociale si laurea in comunicazione con tesi sullo User generated advertising. Si occupa di web marketing, seo e social media marketing.

Show Buttons
Hide Buttons