Top





realizzare video per i social media

Social Media Marketing: come creare video che convertono

Non ci sarebbe neanche bisogno di sottolinearlo: oramai, i video sono uno degli strumenti creativi più utilizzati dai brand per promuoversi online.

E tu, li usi?

Oggigiorno, tutti possono creare video. Chiunque può farlo con un semplice smartphone ed un programma di editing come Final Cut Pro, Adobe Premiere o i tantissimi di editor video iOS e Android progettati per l’editing veloce.

Sai creare video ottimizzati, coinvolgenti e in grado di convertire i tuoi utenti?

In questo articolo, esamineremo insieme le best practice per creare video di qualità.

L’importanza del formato

Lo so, il formato orizzontale è quello a cui tutti noi siamo sempre stati abituati.

Il fatto è che – in realtà – sulle piattaforme social il video verticale funziona meglio.

Più della metà di tutti gli utenti dei social network accede alle piattaforme tramite dispositivi mobili. Nel 2019, il 51,7% degli utenti social ha effettuato l’accesso sui social da un dispositivo mobile e si prevede che questa percentuale aumenterà fino al 54,2% entro il 2021.

Ma non è finita qui: le principali piattaforme social vengono visualizzate solo in verticale: Facebook , Instagram , Twitter , LinkedIn , Pinterest e Snapchat.

Il video verticale o  quadrato (con un rapporto di 1: 1 per essere più precisi) riempie meglio lo schermo su un newsfeed mobile rispetto al widescreen (16: 9). Buffer, l’applicazione di gestione dei social media, ha identificato che i video creati con questi formati:

  • Hanno una percentuale di visualizzazione maggiore del 30-50%
  • Ottengono tra l’80 e il 100% di coinvolgimento in più

The Rise of Native Video

Tutti possiamo creare video e aggiungerli ai nostri canali YouTube o Vimeo, ma gli algoritmi dei social media favoriscono nettamente i video caricati direttamente sulla piattaforma.

L’algoritmo di Facebook è una delle piattaforme più sofisticate e valorizza i video caricati in modo nativo.

Se vuoi utilizzare il tuo video per riprodurlo automaticamente attraverso impressioni organiche o sponsorizzate, devi caricarlo direttamente. Un video incorporato non verrà riprodotto automaticamente. Lo stesso vale per Instagram, Twitter, LinkedIn e Snapchat.

Includi i sottotitoli

L’85% dei video riprodotti automaticamente sui social viene visualizzato senza audio. Questo ci fa capire due cose:

  • Quando stai creando un video, pensa più visivamente piuttosto che verbalmente
  • Includi i sottotitoli per i contenuti voiceover o dialoghi

Pensa ai film muti. I vecchi film di una volta hanno raccontato una storia attraverso l’azione visiva – esprimendo i punti della trama che non potevano essere mostrati visivamente, attraverso un semplice dialogo presentato sullo schermo in maniera scritta.

L’arte di ottimizzare i contenuti video per il social media marketing, quindi, significa anche catturare il pubblico con immagini visive sorprendenti.

Tenendo presente che oltre la metà del tuo pubblico sta potenzialmente accedendo ai tuoi contenuti tramite un telefono cellulare, è indispensabile catturare rapidamente la loro attenzione.

Facebook ha scoperto che il 47% del valore di qualsiasi campagna di social video marketing deriva dai suoi primi tre secondi.

Questo significa che per catturare l’attenzione dei tuoi utenti devi agire rapidamente.

All’inizio del tuo video, evita:

  • Indugiare sul tuo logo. Mettilo alla fine, o nell’angolo del video
  • Dissolvenze lente
  • Troppo testo

Ogni piattaforma social, tra l’altro, ha la sua durata massima per le clip native. La lunghezza massima di un video su ciascuna piattaforma è:

  • Facebook – fino a due ore (ma la durata ottimale è di due minuti o meno)
  • Twitter – 140 secondi
  • Instagram – 60 secondi
  • Snapchat – 10 secondi

Indipendentemente dalla durata consentita, dovresti evitare di essere prolisso e cercare di essere sintetico.

Per ottimizzare i contenuti video, dovresti cercare di raccontare la tua storia in massimo sessanta secondi.

Suggerimenti per i video professionali

Hai paura che i tuoi video possano apparire troppo caserecci e poco professionali?

Lo capisco. Ma con questi piccoli accorgimenti potrai migliorarne notevolmente la qualità.

Scegli con cura lo sfondo

Un background vivace potrebbe comunicare energia, ma può essere anche fonte di distrazione. Prendi in considerazione uno sfondo monocromatico. Evita il bianco: appiattisce i toni del viso. Scegli qualcosa di caldo (o il green screen) in modo da poter sovrapporre il tuo sfondo durante la fase di editing.

Usa luci da studio

Una cattiva illuminazione è l’ingrediente perfetto per un video di successo. Investi in alcune luci da studio adattabili. Non sono così costose come potresti pensare.

Attenzione all’audio

Se stai registrando in un ambiente affollato come un ufficio, una stazione o una strada, usa un microfono a clip o un buon microfono direzionale. Il suono di bassa qualità rovina l’intero video.

Prepara una sceneggiatura

Prima di cominciare a girare il tuo video, è necessario che tu abbia bene in mente la scaletta del suo svolgimento. Questo ti consentirà di essere più rapido, schematico ed organizzato.

Evita lo zoom digitale

Se scatti su uno smartphone, non utilizzare mai lo zoom digitale. Degrada la qualità dell’immagine. Usa l’inquadratura standard.

Ricorda, non devi essere cineasta. Se hai difficoltà con la realizzazione dei tuoi video, ci sono molte società di produzione video che possono aiutarti. In bocca al lupo!

Commenta qui!

Social Media Manager, Musicista, Nerd appassionato di Tech, Psicologia e Bassotti. 14 anni fa ho scoperto Internet e sto cercando ancora di riprendermi.

Nessun Commento

Commenta qui

Show Buttons
Hide Buttons