Top





come scrivere una scheda prodotto

Come scrivere una scheda prodotto efficace per il tuo e-commerce

Quando decidi di creare il tuo sito web per vendere hai centinaia di task e di problemi da risolvere. Pubblicare un e-commerce è una delle sfide più avvincenti, e al tempo stesso complesse. Però c’è un punto che attira la mia attenzione di web writer freelance: come scrivere una scheda prodotto. Interessante, vero?

Per chi si occupa di copywriting la risposta è ovvia. Ma questo punto dovrebbe essere al centro degli interessi di tanti professionisti. Ad esempio di chi si occupa di SEO, perché sai bene che il testo è collegato con la buona ottimizzazione di una pagina web. Anche chi lavora con l’user experience è tirato in ballo.

Senza dimenticare tutto l’universo che ruota intorno al Conversion Rate Optimization (CRO) che rappresenta un investimento decisivo per valutare il ROI. Vale a dire il Return Of Investiment. E quindi, tra acronimi e inglesismi vari, come si scrive una scheda prodotto efficace per un e-commerce? Ecco la mia esperienza.

Da leggere: 7 errori SEO da correggere subito

Attenzione ai meta tag delle schede

Primo errore che viene fatto nelle schede e-commerce: ignorare i meta tag delle pagine web. Soprattutto quando si lavora su shop di grandi dimensioni si sorvola sulle creazione di buone meta description. Senza dimenticare il tag title (ufficialmente non un meta tag, lo so) che ha un’importanza centrale nell’ottimizzazione SEO.

meta tag ecommerce

Quindi, qual è il tuo compito? Come scrivere una scheda e-commerce vincente? Devi puntare, in primo luogo, al lavoro su queste stringhe di microcontenuti decisivi sui motori di ricerca. Ricorda, inoltre, che il binomio tag title e meta description possono fare molto in termini di click through rate e influenzare il numero di persone che visitano le tue risorse. In che modo? Menzionando sconti, benefici, spedizioni gratuite.

Non copiare testo dalle descrizioni ufficiali

Secondo passaggio che viene trascurato da chi si occupa dei testi per e-commerce: testi duplicati. In particolar modo quando si inseriscono informazioni tecniche di elettrodomestici, solo per fare un esempio, o di attrezzature complesse si tende a copiare dei testi base forniti dalla casa madre. Risultato? Tutti con lo stesso contenuto, ed è qui che Google bacchetta. Senza dimenticare che non sei decisivo se non fai altro che inserire numeri e dati sterili.

Questo si trasforma in un lavoro impegnativo per il web writer? In parte sì, nel senso che devi essere in grado di riscrivere e sintetizzare ciò che può essere utile. Gli investimenti in termini di copywriting non mancano quando decidi di creare un e-commerce, sai? Però è un lavoro da affrontare.

Lavora sui microcontenuti

Se una parte della scheda prodotto si basa sul buon equilibrio tra visual e copy, c’è da dire che il web writer deve fare molta attenzione ai microcontenuti. Tipo quelli che riguardano la SEO: oltre a tag title e meta description devi curare tutto ciò che riguarda la SEO per immagini. Quindi nome file, testo alternative, didascalia e title.

Non finisce qui. Pensa ai testi che puoi inserire nei bottoni per le call to action che portano al carrello: basta una variazione minima per ottenere risultati diversi. Ecco perché il lavoro di gruppo è indispensabile. Come scrivere una scheda prodotto efficace? Lavorando con gli A/B test e variando dettagli per trovare la combinazione giusta.

Non perdere il tone of voice

Quando scrivi la tua scheda e-commerce non perdere di vista il tono di voce della tua realtà aziendale, o di quella del cliente. Non stai lavorando su un contenuto diverso, non devi essere più tecnico o scanzonato rispetto a ciò che hai fatto altrove. Devi mantenere la linearità del progetto in queste risorse, ed essere riconoscibile.

Ti giochi tutto above the fold

La parte superiore della scheda e-commerce è decisiva. Qui devi inserire ciò che fa la differenza e che può convincere il pubblico a scegliere proprio la tua soluzione. I punti che fanno la differenza? Ci sono elementi tipici del persuasive copywriting che possono aiutarti. Qualche esempio concreto?

  • Vantaggi concreti.
  • Sconti con prezzi barrati
  • Call to action nei pressi dei bottoni.
  • Rating e testimonial.

Chiaro, molto cambia in base al prodotto e al servizio. Un e-commerce come Zalando può essere sintetico e puntare tutto su immagini di buona qualità. Chi, invece, vende un bene complesso deve essere in grado di spiegare in poco spazio ciò che può fare la differenza. Spesso nelle schede si può scaricare il PDF con tutte le caratteristiche tecniche, e questa è una buona soluzione per evitare che nell’above the fold si perda tempo.

Ma c’è un punto da sottolineare con forza e convinzione: rischi di far uscire le persone dalla pagina che hai ottimizzato, il PDF deve essere scaricato senza infastidire la navigazione.

Lavora su frasi brevi, concetti semplici e segnali chiari per convincere il possibile acquirente. Paragrafi brevi e liste puntate aiutano l’occhio a muoversi senza frizioni in questa parte della scheda prodotto così delicata.

Snellisci e organizza il testo

Di solito si ragiona in termini di lunghezza e si segue una regola ormai chiara: Google ama i contenuti lunghi. O meglio, preferisce i testi che riescono ad abbracciare un intento di ricerca ampio con tutte le sue sfumature. Non ha più senso intercettare una singola parola chiave ma devi lavorare su un range di parole chiave più ampio.

Questo porta a seguire la regola dell’abbondanza. Dev’essere un’attività monitorata, nel senso che non basta scrivere per ottenere buoni risultati. Questo è ancora più vero e giusto in una scheda e-commerce, dove il testo in più può diventare un ostacolo all’acquisto. Io nell’above the fold, inserisco pochi dati:

  • Titolo del prodotto o servizio.
  • Descrizione breve.
  • Dettagli relativi alle spedizioni.
  • Prezzo e dettagli sul pagamento.
  • Disponibilità di ciò che si sta acquistando.

Ci sono altri dati da aggiungere? Under the fold, sotto il primo scrolling del mouse, c’è spazio per dare qualche spiegazione in più. Inoltre devi valutare la possibilità di inserire elementi decisivi per ottimizzare la leggibilità. Come le tab e i pulsanti per inserire testo a scomparsa. Così puoi evitare inutili letture. La regola da seguire è questa: leggerezza, non aridità. Togli quello che non serve senza svilire.

Da leggere: come aumentare le visite degli articoli

Come scrivere una scheda prodotto?

Qui trovi i punti per scrivere una scheda prodotto per e-commerce in grado di risolvere i punti essenziali del tuo progetto. Vale a dire ottimizzare i processi di vendita per fare in modo che ogni azione si muova verso il tuo obiettivo chiave: vendere. Non è così facile, non basta esserci per ottenere il risultato sperato.

E non è sufficiente neanche creare una buona scheda prodotto: il lavoro su un e-commerce è lungo, complesso. Questa è solo una piccola parte, quella che riguarda la buona scrittura dei testi. Tu vuoi aggiungere qualcosa?

Commenta qui!

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

No Comments

Post a Comment

Show Buttons
Hide Buttons