Top





custom audience facebook

Custom Audience: come creare campagne Facebook efficaci?

Con la Custom Audience di Facebook puoi creare campagne personalizzate per target specifici. Scopri come ottimizzarle partendo dai tuoi DB di contatti.

Custom Audience: come funziona e perché creare campagne partendo dal tuo database

Oggi il metodo migliore per comunicare con i tuoi utenti è sicuramente rappresentato dai social network. La Custom Audience di Facebook ti consente proprio di targettizzare il tuo pubblico, massimizzando così i risultati delle tue campagne. Ecco una panoramica delle possibilità che questo strumento mette a disposizione della tua azienda e come è possibile incrementare i lead grazie alla Custom Audience.

Cos’è la Custom Audience di Facebook?

Quando parliamo di Custom Audience di Facebook ci riferiamo a un gruppo di utenti iscritti al famoso social network che sono già entrati in qualche modo in contatto con la tua azienda. I touch point possono essere differenti, possono essersi iscritti alla tua newsletter, aver visitato il tuo sito o condiviso un tuo post, ma sono tutti utenti che già ti conoscono o si sono interessati a te. Facebook mette a tua disposizione uno strumento molto potente e ti consente di comunicare con loro con annunci pubblicitari personalizzati e mirati.

Come crearla

Creare una Custom Audience è abbastanza intuitivo e alla portata di tutti, basta accedere all’area Business Manager di Facebook e cliccare su Pubblico. Una volta lì, selezionando Crea Pubblico e successivamente Pubblico Personalizzato, avrai a tua disposizione varie opzioni per inviare la tua pubblicità solo a persone selezionate in base a differenti caratteristiche.

Perché è importante?

La Custom Audience ti permette di restringere il campo, ti consente di creare campagne personalizzate per target di pubblico molto specifici, che già ti conoscono e che saranno molto probabilmente più propensi ad ascoltarti e ad effettuare una determinata azione. Uno dei vantaggi di rivolgerti ad un pubblico già pronto ad ascoltarti è che il CTR (Click-Through-Rate) dei tuoi annunci, ovvero il tasso di click rispetto al numero totale di visualizzazioni, sarà sicuramente più elevato rispetto ad annunci destinati ad un pubblico generico. In parole povere riuscirai ad attirare più attenzione e suscitare più interesse, accrescendo il tasso di conversione. Aumentando questo parametro, aumenterà anche il punteggio di rilevanza dei tuoi annunci e, al crescere del quality score, diminuiranno i costi della campagna.

Tipologie di custom Audience

Sono varie le opportunità che Facebook mette a tua disposizione per personalizzare il tuo pubblico. Inoltre, grazie ad alcuni strumenti è anche possibile costruire campagne pubblicitarie partendo dai tuoi database di contatti. Ecco alcuni esempi:

  • Utilizzo di un file con i tuoi contatti
  • Pubblico basato sulle visite al tuo sito web
  • Attività rilevata della tua App aziendale
  • Interazioni rilevate sulla tua pagina Facebook

pubblico personalizzato facebookUtilizzo di un file con i tuoi contatti

Creare un pubblico personalizzato basato sul tuo database di clienti è possibile: basta copiare e incollare il tuo elenco oppure importare un file CSV o TXT. Facebook cercherà riscontro tra la tua lista e gli indirizzi email presenti sul social e ti darà la possibilità di effettuare operazioni di marketing sui tuoi utenti. Naturalmente più segmentata sarà la tua lista meglio riuscirai a personalizzare i tuoi messaggi.

Pubblico basato sulle visite al tuo sito web

Creando un pubblico in base alle visite ricevute sul tuo sito web, potrai ritrovare gli utenti che hanno già interagito con te e comunicare con loro in modo mirato. Per poter creare questo tipo di Custom Audience nel tuo sito dovrà essere presente il Pixel di Facebook, ossia uno strumento che ti permette di raccogliere dati statistici e rilevare le azioni che gli utenti eseguono partendo dal tuo sito Web.

Una volta inserito il dominio potrai creare un pubblico generico, ossia tutti quelli che visitano il tuo sito web, o più specifico: solo chi ha visitato determinate pagine, utenti che non visitano il tuo sito da un certo periodo di tempo, o un mix delle opzioni appena citate. Questo ti consentirà di effettuare operazioni di remarketing importantissime come ad esempio quella del recupero dei carrelli abbandonati, basterà intercettare il pubblico che è arrivato alla tua pagina carrello ma non ha concluso l’acquisto. Le opzioni sono davvero moltissime.

Pubblico basato sull’App aziendale

In questo caso puoi costruire il tuo pubblico partendo dagli utenti che già hanno istallato la tua App, a patto naturalmente che la tua azienda ne abbia una. Avrai varie opzioni a tua disposizione, potrai ad esempio scegliere di includere o anche escludere dalla tua Custom Audience le persone che hanno aperto la tua App, aggiunto i dati per il pagamento, già effettuato un acquisto dall’applicazione, o combinare vari elementi in base alle tue necessità inserendo anche la variabile tempo.

Rilevare le interazioni in Facebook

Con questa opzione è possibile creare un target specifico sulla base dell’interazione con i tuoi contenuti in Facebook. Potrai ad esempio rivolgerti a chi ha visitato la tua pagina, interagito con un tuo post o un annuncio, salvato la tua pagina tra i preferiti, con chi ti ha inviato un messaggio o ha visualizzato i tuoi video. Le possibilità per restringere il tuo pubblico e renderlo sempre più specifico in base al comportamento sulla tua pagina Facebook sono davvero moltissime, ed anche in questo caso è possibile scremare la lista in base alla variabile tempo.

In conclusione, le opzioni sono quasi infinite, la cosa più importante è rendere il più specifico possibile il pubblico al quale saranno destinati i tuoi annunci. Un buon metodo è quello di incrociare le varie opzioni fornite da Facebook con la variabile demografica, concentrandosi su determinati orari e giorni della settimana e facendo varie prove per avvicinarsi sempre di più alla campagna che genera maggior conversione.

 

Commenta qui!

Nel 2009 crea Socialmediamarketing.it Appassionato di ambiente, captologia, politica e pubblicità sociale si laurea in comunicazione con tesi sullo User generated advertising. Si occupa di web marketing, seo e social media marketing.

No Comments

Post a Comment

Show Buttons
Hide Buttons