Top





come diventare social media manager 2018

Come diventare social media manager: cosa studiare e quali esperienze fare

Quando mi chiedono come diventare social media manager la mia attenzione va sempre verso la capacità di evitare false aspettative. Spesso si pensa di poter accedere al mondo del web attraverso scorciatoie e strade preferenziali, un po’ per caso. Improvvisando un lavoro che si aspetta e si cerca con forza.

Chiaro, molti sognano di poter esprimere la propria creatività attraverso i social network. E le piattaforme come Facebook, Twitter e Instagram mostrano un volto amichevole. Tutti possono diventare esperti, non ci sono barriere d’ingresso o albi ai quali bisogna iscriversi. Ma da dove inizia la strada professionale?

Da leggere: come creare una social media strategy di successo

Spieghiamo cosa fa il social media manager

Forse questa è la figura cardine dell’intero universo dedicato al social media marketing. Il motivo? Semplice, chi occupa questo ruolo deve gestire l’intera strategia dell’attività sulle varie piattaforme come Facebook e Instagram. Un’azienda per essere presente sui social deve pianificare una strada precisa da seguire.

Il social media manager si occupa di questo: deve avere una visione d’insieme delle strategie da mettere in campo, con una competenza capace di abbracciare tutte le attività, organiche e a pagamento. Basate sulle immagini ma anche relative ai video. Quindi, come diventare social media manager?

Prima devi fare esperienza professionale

Un’esperienza completa, totale. Con questo punto suggerisco di lavorare in un’agenzia capace di dare una visione d’insieme del processo. Il lavoro di social media marketing si basa su pilastri fermi ma strategie e procedure fluide che prendono spunto da esperienze personali, tentativi, fallimenti, prove sul campo.

In agenzia puoi imparare tutto questo. Se hai la fortuna di lavorare in una grande realtà puoi toccare con mano competenze diverse. Che riescono a confluire (o almeno così si spera) in un risultato capace di riunire più professionalità. Come diventare social media manager? Proprio lavorando su questo fronte.

Devi sviluppare la capacità di organizzare, far fruttare le singole competenze. Perché in questo consiste la professione in questione: gestire l’attività social di una realtà complessa. E per farlo devi avere le spalle larghe.

Spalle capaci di sostenere piani editoriali, calendari delle pubblicazioni e documenti per crisis management. Come acquisire, in un tempo relativamente breve (non inferiore ai 2/3 anni), le competenze?

Non aver timore di fare la gavetta in agenzia

Se hai paura di fare un tirocinio impegnativo questo circuito non fa per te. Lo posso confermare subito, se vuoi lavorare come social media manager devi essere disposto a farti le ossa. Come quando lavori in officina.

Devi fare esperienza. Anzi, te la devi rubare con occhi rapidi e, con avidità, devi cogliere tutti i segreti che si trovano dietro al lavoro di chi è più esperto di te. Non aver paura di chiedere e sfidare le frontiere dell’impiego.

Non ti tirare indietro di fronte alle nuove sfide. Questo è il periodo per investire nella formazione sul campo, devi imparare da chi sa più di te guadagnando poco: la ricompensa è nel sapere che riuscirai a mettere da parte. Capendo, però, sempre qual è il momento per fare il grande passo verso una condizione migliore.

Impossibile rimanere nel limbo della gavetta a vita, senza emergere e progredire. Nel frattempo, però, puoi fare qualcosa di buono per la tua carriera nel social media marketing: puntare sulla formazione. Da dove iniziare?

Studia social media marketing all’università

Sì può andare bene come punto di partenza formativo. Dovrai fare molto e studiare tanto, non solo quello che ti viene suggerito dalle cattedre universitarie. Però lo studio da autodidatta può essere gestito in modi differenti.

E con una base robusta tutto diventa più facile. Ecco perché suggerisco, a chi ha già la passione per questo tema, di seguire dei corsi di marketing. Magari seguendo una laurea magistrale proprio dedicata ai social media. In questo modo puoi posare i primi mattoni per la conoscenza del tuo futuro universo lavorativo.

Master, corsi e libri di social media: cosa scegliere?

La formazione fa oltre l’università. Anzi, molti sono convinte che tutto si possa sviluppare con un’attività autodidatta. In realtà non esiste una formula definita a priori: l’università può darti buone basi di marketing, ma puoi fare bene da solo. L’importante è scegliere la strada giusta.

Ad esempio, hai bisogno di una visione d’insieme della materia? Partecipare a un grande evento o magari a un festival può essere la soluzione. Ma non ti aspettare approfondimenti specifici, a meno che non ci siano tavole rotonde. Per percorsi più articolati puoi pensare a master o un corso di social media marketing.

Il tutto condito con libri del settore che possono ampliare qualsiasi tema. Il mio consiglio è semplice: non leggere solo testi del tuo campo, spazia e collega i punti del web marketing.

Poi, se vuoi un focus specifico su un singolo tema c’è la soluzione migliore: individua un professionista che ti ispira fiducia, fai qualche ricerca online per capire se è la persona giusta e chiedi una consulenza su Skype o faccia a faccia. Di sicuro è la formula più costosa ma se vuoi fare la differenza è la soluzione migliore.

Da leggere: chi è e cosa fa il web marketing manager

La tua esperienza per diventare social media manager

Avere una serie di regole da seguire per trovare impiego come social media manager: questo è il tuo obiettivo, vero? Ti capisco, purtroppo non funziona così. Perché gli scenari sono sempre diversi, è difficile dare una soluzione giusta per tutti. E in ogni circostanza. Gli step che funzionano sempre:

  • Esperienza reale.
  • Studio continuo.
  • Aggiornamento.

Sporcati le mani, crea qualcosa di tuo per portarlo al limite. Qualcosa va storto? Nessun problema, è un tuo lavoro personale: puoi fallire. Poi ricomincia da zero facendo tesoro dell’esperienza acquisita. Mettendo a frutto ciò che hai imparato per guadagnare uno stipendio giusto. Secondo te ho dimenticato qualcosa in questa lista?

Commenta qui!

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

No Comments

Post a Comment

Show Buttons
Hide Buttons