Top
Come comunicare con Twitter in modo efficace

Come comunicare con Twitter in modo efficace

Quando cerchi una soluzione giusta per dare al tuo brand o alla tua azienda un canale comunicativo rapido e veloce pensi subito a Telegram. Ma deve essere anche diffuso e pubblico? Allora devi capire subito come comunicare con Twitter in modo efficace. Perché questo social network è rilevante.

Twitter ha conquistato gli utenti attraverso dinamiche ben precise. E che integrano coinvolgimento, discussione, interazione ed engagement continuo. Non tutti hanno bisogno di questo social.

Non serve sempre ma alla comunicazione politica sì. Anche quella sociale è ricca di esempi virtuosi così come l’editoria. Quali sono i passi essenziali per capire come comunicare con Twitter e avere risultati?

Non basta aumentare il numero di follower

Questo è il primo punto da sottolineare. Twitter non è un gioco a premi in cui vince chi ha il maggior numero di seguaci, non devi collezionare follower ma farti seguire da persone che apprezzano il tuo lavoro.

E che interagiscono con i tuoi contenuti. Ignora le tecniche per aumentare il numero di follower su Twitter con metodi più o meno consoni, o addirittura acquistandoli o magari ottenendoli con app specifiche. Stai giocando sporco e iniziando male il tuo percorso per comunicare bene su questo social network.

Da leggere: ecco il tuo manuale di marketing per Twitter

Non pensare solo all’auto promozione

Cosa pubblicare su Twitter? Dipende dalle esigenze del pubblico ma una regola è chiara: smettila di parlare solo di te e del tuo lavoro, delle tue offerte e degli sconti. Twitter è conversazione, coinvolgimento.

Guarda questo grafico nato dalla ricerca di Dan Zarrella: cosa succede ai contenuti non autoreferenziali e che affrontano temi differenti dalla semplice promozione? Ottengono più retweet, condivisioni.

Non pensare solo all'auto promozione
Quali sono i contenuti che funzionano su Twitter?

Cosa significa tutto ciò? Parla di ciò che amano le persone, usa Twitter Analytics per capire cosa desiderano i tuoi follower. Abbandona l’idea di dover parlare per forza di ciò che sei e fai sui canali social.

Sfrutta le @mention per coinvolgere

Per iniziare a comunicare bene con Twitter devi prendere confidenza con uno strumento decisivo: la @mention. Vale a dire la menzione degli utenti. Quest’attività può avvenire mettendo la chiocciola prima del nome utente o attraverso la citazione in un’immagine o foto che accompagna il tuo tweet.

Quello che devi focalizzare è lo scopo: non puoi citare persone a caso su Twitter ma solo quelle legate al contenuto che stai condividendo. O che vuoi tirare in ballo in una discussione virtuosa, nella quale sei genuinamente interessato al parere di una persona. Per intenderci, non è corretto condividere il link a un prodotto che vendi e citare una persona solo per chiedere se piace o se lo vuole acquistare.

Attenzione alla differenza tra reply e mention quando inizi a usare Twitter: nel primo caso rispondi a un tweet nel quale sei citato o meno con il relativo comando, nel secondo usi direttamente la chiocciola anche per iniziare una discussione e non solo per ribattere e rispondere.

Il visual è una buona idea su Twitter

Non è difficile immaginare questo punto: i tweet che contengono un’immagine hanno maggiori probabilità di essere condivisi. A dirlo è una ricerca condotta da Twitter che suggerisce un punto:

“People don’t engage equally with every Tweet. But now we can confirm that adding video, links and photos all result in an impressive boost in the number of Retweets”.

Blog.twitter.com

Ovvero? Le persone non interagiscono allo stesso modo con i tweet. Ma sappiamo che l’aggiunta di video e foto si traduce in un aumento impressionante del numero di retweet. Rispettivamente del 35% e 28%. A dare man forte alle statistiche di Twitter arriva Buffer con la sua ricerca:

Comunicare con Twitter in modo efficace
Comunicare con Twitter in modo efficace: usa le immagini.

Niente, questa è la soluzione: devi twittare usando immagini specifiche. Consiglio di usare Canva per creare delle immagini con grafiche personalizzate e delle visual quote. Magari proprio con i colori del tuo brand. In alternativa puoi utilizzare Pablo, un altro tool messo a disposizione gratis proprio da Buffer per creare visual content per i social network. Ti lascio i link ai due tool, usali bene:

Scopri se è un social adatto al tuo brand

Non tutti i social network devono essere presieduti dal tuo brand. Oggi si punta molto su Instagram, Facebook rimane una certezza per tutti e YouTube spopola tra i marchi che riescono a produrre contenuti video di valore. Ma Twitter è come TikTok: molto utile in determinate occasioni ma non sempre.

Se il tuo brand non produce aggiornamenti interessanti a un pubblico presente e attivo sulla piattaforma puoi pensarci un attimo prima di investire. E se non hai tempo per iniziare, gestire e seguire le conversazioni anche. Comunicare con Twitter in modo efficace vuol dire, in buona sintesi, avere consapevolezza di cosa significa creare una discussione virtuosa. Il resto è secondario.

Da leggere: come trovare i migliori hashtag per fashion blogger

Usa gli #hashtag giusti per il tuo tweet

Comunicare bene con Twitter non è facile ma devi impegnarti. Questo vuol dire imparare a usare gli hashtag, vale a dire le parole precedute dal cancelletto. Questo concetto nasce proprio sul social network in questione e poi si espande alle altre piattaforme come Facebook e soprattutto Instagram.

Il concetto da fissare è chiaro: ogni tweet che viene etichettato con quell’hashtag si inserisce in una lista che comprende tutti gli aggiornamenti che hanno usato la stessa parola con cancelletto. Questo non vuol dire abbondare con il numero di hashtag: usa solo quelli che caratterizzano realmente il contenuto e che possono aiutare le persone a capire qual è il tema affrontato. Secondo la guida ufficiale di Twitter:

One to two relevant hashtags per Tweet is the sweet spot

business.twitter.com

Comunicare con Twitter in modo efficace?

Vuoi farlo sul serio? Hai bisogno di una consapevolezza superiore. Non puoi aprire un account e iniziare a twittare senza comprendere le dinamiche che so nascondono alla base delle conversazioni.

Aspetti tecnici ce ne sono, puoi gestire tutto al meglio anche grazie ai vari Tweetdeck e Hootsuite per programmare tweet e cercare hashtag. Però se non hai tempo e competenze rischi di ritrovarti con un nuovo problema da affrontare e non con una marcia in più da sfruttare. La soluzione?

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

Nessun commento

Inserisci un commento

Show Buttons
Hide Buttons