Top
Formazione social: quali sono le competenze da sviluppare?

Formazione social: quali sono le competenze da sviluppare?

La formazione social è un filone che non può essere ignorato quando decidi di lavorare in questo settore. Molte persone si affacciano sul mondo del social media marketing e vogliono trovare lavoro come community manager, content specialist, esperti di advertising. Non è così facile, o meglio: c’è chi improvvisa e si lancia nel tentativo di imparare tutto sul campo. Un’idea valida: sporcarsi le mani.

Ma questo percorso di gavetta dovrebbe essere accompagnato da una formazione competitiva, magari puoi partecipare a un corso social online o in sede per apprendere ciò che serve per una buona formazione. E sviluppare queste 5 competenze che non possono mancare se decidi di lavorare online.

Content marketing

La formazione social deve avere una buona base di content marketing. Chi definisce le basi di un calendario editoriale per Facebook, Instagram, Pinterest o LinkedIn deve conoscere il valore di una foto, l’importanza del visual, le caratteristiche di un copywriting persuasivo che viene scritto nelle didascalie di un post. Però il social media manager deve saper sfruttare uno dei filoni decisivi, vale a dire il video.

Che sia su YouTube o su piattaforme differenti come IGTV o TikTok, il formato in questione è sempre al centro delle attenzioni di chi fa social media marketing. Senza dimenticare le novità del settore.

Come ad esempio il fenomeno audio di Clubhouse: questa è la formazione social che serve, quella che ti permette di comprendere il valore di ogni contenuto e scegliere sempre la soluzione migliore.

Da leggere: come fare lead generation con Facebook

Advertising sui social

Impossibile dimenticare che tra le competenze da acquisire con una buona formazione social c’è anche quella dedicata alla pubblicità Oggi l’advertising sulle varie piattaforme – come Facebook o Instagram è uno dei settori più convenienti se si vogliono ottenere dati chiari, risultati misurabili da presentare ai clienti, termini efficaci per calcolare il return of investment (ROI) della propria attività online.

Formazione social

C’è da aggiungere un punto: non è facile lavorare in questo settore. Ecco perché molti imprenditori chiedono consulenza su Facebook Ads: sanno che si possono ottenere buoni risultati ma c’è timore di investire male le proprie risorse. Tu puoi intercettare questo desiderio e iniziare a lavorare con aziende e clienti solo quando hai sviluppato l’esperienza necessaria per investire limitando i rischi inutili.

Tool per pubblicare

Qual è la differenza tra business suite e manager su Facebook? Meglio Hootsuite o Tweetdeck? Conviene aprire un account Instagram? E TikTok? Un bravo social media manager deve avere la risposta a queste domande, in modo da organizzare al meglio la propria strategia di marketing su internet.

Non basta esserci, devi lavorare in modo da ottimizzare le risorse. E tutto ciò che serve – dal tool per analizzare i competitor a quello per creare nuove grafiche – deve essere studiato a fondo. Ecco perché tra le competenze di chi fa formazione social non può mancare un approfondimento del genere.

Community manager

Sai cosa succede a chi inizia un percorso di gestione aziendale di pagine Facebook e account Instagram senza la giusta formazione social? Si rischia l’epic media fail con relativa shit storm di commenti negativi.

Chiaro, questo è lo scenario peggiore. Ma non è difficile elencare i brand che hanno subìto la rabbia degli utenti per una parola fuori posto, una mancanza di sensibilità, un approccio aggressivo o una mancata ammissione di consapevolezza. Per questo nell’armamentario del bravo social media manager c’è anche una buona scorta di competenze nel campo del community management sulle piattaforme.

Questa formazione social non serve solo a fermare e limitare i danni di una condizione catastrofica: diventa decisiva anche per gestire al meglio l’engagement e l’interazione ordinaria tra brand e cliente.

Data analysis

Bisogna lavorare sui KPI, i key performance indicator che ti consentono di seguire una strategia data driven. Vale a dire empirica, strutturata, non improvvisata. Perché. come suggerisce Edward Deming:

“Senza dati sei solo un’altra persona con un’opinione”.

Vuoi usare Instagram, Facebook e Twitter come un professionista del web marketing? Devi iniziare un percorso di formazione social basato sull’analisi dei dati, sulla capacità di comprendere cosa accade intorno a un aggiornamento e se ci sono reazioni positive da sviluppare o negative da tamponare.

Da leggere: come trovare e interpretare gli insight di Facebook

Devo saper fare tutto?

No, non è questo il punto. Ogni specializzazione ha le sue figure dedicate: c’è chi si occupa di advertising su Facebook e può dedicare tutta la sua vita professionale alla pubblicità. poi c’è il community manager, il social media strategist, il content specialist e altre figure ancora. ma se vuoi iniziare da qualche parte devi avere una visione d’insieme. Vuoi maggiori informazioni per partecipare a un corso social?

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

Nessun commento

Inserisci un commento

Apri la chat
1
Salve. Scrivici se hai bisogno di un preventivo o di formazione e ti risponderemo a breve.
Non forniamo assistenza gratuita per problemi relativi ad hackeraggio social e simili.