Top





Miglior formato video per Facebook: come muovere i passi migliori

Ci sono mille strade differenti per ottenere risultati nell’universo del social media marketing, ma se vuoi raccogliere buoni frutti devi puntare al visual. Ecco perché oggi voglio parlarti del miglior formato video per Facebook. Vale a dire la strada da seguire per fare un buon lavoro di content marketing.

Perché è sempre questo il problema: noi professionisti del web, spesso e volentieri, cadiamo nella trappola della qualità intesa come espressione del succo, della consistenza. Deve esserci la polpa, devi comunicare qualcosa di utile. E confermo al 100% questo passaggio, non può essere altrimenti in questi casi.

Ma non dimenticare mai – e ripeto con forza il mai – che Facebook è un social che sfrutta il visual per mantenere alta l’attenzione, gratifica il contenuto di qualità che mantiene il pubblico sulla piattaforma.

Non basta avere qualcosa di interessante da dire, devi anche montare nel modo migliore possibile. E questo modo deve seguire delle regole che prescindono dalle tecniche di montaggio video abbracciando user experience e abitudini multimediali. Detto in altre parole, ecco il miglior formato video per Facebook.

Per approfondire: social media marketing per hotel e ristoranti

I video si sentono anche senza audio

Una delle regole fondamentali quando si sceglie il formato video: ciò che metti online deve essere fruibile con l’audio spento. Perché spesso le persone, dal telefonino o in ufficio, vogliono vedere e non sentire. Inoltre i video su Facebook riproducono automaticamente il visual con l’audio disattivato.

Millennial news site Mic, which is also averaging 150 million monthly Facebook views, said 85 percent of its 30-second views are without sound. PopSugar said its silent video views range between 50 and 80 percent (Fonte).

Quindi è importante assicurarsi che i video, in particolar modo quando sono degli annunci ADV, attraggono gli spettatori anche con l’audio disattivato. Quando il suono è off puoi usare immagini di qualità, sottotitoli e testo sullo schermo per raccontare la tua storia. Anche questo è storytelling su Facebook.

Devi realizzare video quadrati su Facebook

Qual è il formato migliore in termini di proporzioni per i tuoi video Facebook? La risposta è semplice: i video quadrati hanno grandi risultati in termini di coinvolgimento medio, visualizzazioni e copertura. Questo è vero soprattutto sui dispositivi mobili, dove ormai si concentra la massima attenzione.

Quanto deve durare un video su Facebook?

Mai cadere nella trappola della risposta secca e decontestualizzata. Appare fin troppo semplice sminuire il lavoro del montaggio video esaltando la brevità e la semplicità. Devi togliere, questo è vero. Devi basarti sul minor numero di secondi possibile, ma non a discapito della qualità. E della relativizzazione della risposta. Ciò significa che la lunghezza del video dipende dallo scopo ultimo della tua attività.

Secondo Hubspot la lunghezza ideale di un video su Facebook è di un minuto massimo, in questo modo si ottiene il maggior engagement possibile. Ma Animoto dà risposte più precise rispetto all’obiettivo di ciò che hai pubblicato: stiamo parlando di testimonial o di video dedicati ai prodotti per una dimostrazione?

Quanto deve durare un video su Facebook?

L’altro dato importante è quello legato all’aspetto negativo: “59.9% of consumers indicated that a video being too long would strongly deter them from watching”. Vale adire che i video troppo lunghi incidono a monte sulle scelte degli utenti. Valuta bene le tue scelte quando decidi qual è il miglior formato video per Facebook.

Thumbnail e preview: crea un’anteprima video

In base a cosa le persone decidono di guardare o meno i tuoi video su Facebook? Dipende, ci sono diversi aspetti da valutare. Uno di questi è la preview che carichi sul video: un’immagine che usi come copertina e che ti dà la possibilità di anticipare (insieme al titolo e alla didascalia) il contenuto che hai caricato. Puoi inserire la thumbnail grafica nel momento in cui fai l’upload del video. Per dimensioni, modelli e altro puoi tagliare la testa al toro e usare l’ormai indispensabile Canva che offre schemi predefiniti.

Dirette Live Facebook o video professionali?

Questa è una delle tendenze social più importanti: i video live possono fare la differenza perché sfruttano l’immediatezza, sulla presenza non fisica della tua audience in determinate circostanze. L’opinione comune? Senza la diretta video su Facebook l’utente avrebbe perso quell’evento, quindi diventa una risorsa.

Una risorsa imprescindibile da sfruttare per coinvolgere le persone in episodi esclusivi. O magari per mostrare il dietro le quinte di un evento o ancora per fare una sorta di diretta di un avvenimento importante. Giusto per darti un’idea della potenza di questo mezzo ecco qualche dato preso da go-globe.com:

“80% of brand audience would rather watch live video from a brand than read a blog, 82% prefer live video”.

Attenzione ai primi secondi di visualizzazione

Il problema della lunghezza del video non deve distrarti dal focus: i primi secondi sono decisivi per dare al lettore le informazioni essenziali, per agganciare l’interesse e suggerire gli argomenti che verranno affrontati. Ecco perché, spesso, nei video c’è una sezione introduttiva di pochi secondi per fare una sintesi dei temi trattati.

Vero, è importante avere una sigla e un motivo musicale. Ma prima ricorda di essere incisivo e di catturare subito l’interesse dell’utente che vuoi raggiungere. Qual è la metrica da tener presente? Non voglio esagerare ma di solito gli addetti ai lavori suggeriscono di non superare i 3 secondi. Questo è il tempo necessario per prendere una decisione e questo è il ventaglio che puoi sfruttare per farti notare. Come suggerisce anche Facebook:

“We know that 65% of people who watch the first three seconds of a video will watch for at least ten seconds and 45% continue watching for thirty seconds. Consider video thumbnail images and titles that will hook people into your story”.

Formati video da caricare su Facebook

Facebook offre un’ampia scelta di formati video che puoi usare per fare l’upload dei contenuti. Puoi trovare la lista sulla guida ufficiale, ma se vuoi essere allineato con le indicazioni lasciate da Mark Zuckerberg puoi caricare i tuoi video in due formati preferiti: MP4 o MOV, senza dimenticare che puoi usare AVI e WMV.

Da leggere: come fare visual content marketing

Qual è il miglior formato video per Facebook?

La soluzione è qui, senza indugi: il miglior formato, a prescindere dai termini tecnici e dai limiti della piattaforma, è quello apprezzato dagli utenti. Non c’è altro giudice in questi casi: meglio un video lungo o breve? Meglio con o senza audio? A colori o in bianco e nero? La scelta spetta solo a chi deve valutare e apprezzare o meno il lavoro.

La tua abilità come social media strategist: capire, analizzare i dati e prendere delle decisioni in termini di content marketing per ottimizzare il visual rispetto alle indicazioni emerse. Il consiglio che si trova a monte è questo: devi dare alle persone ciò che vogliono, non quello che tu ritieni giusto. Vuoi aggiungere qualcosa? Lascia la tua esperienza e aiutami a migliorare questa guida per scegliere il miglior formato video per Facebook.

Commenta qui!

Ciao, sono un webwriter e un blogger freelance. Mi occupo di Social Media Marketing e di scrittura online, pubblico ogni giorno opinioni e consigli per aziende che vogliono migliorare la propria attività online.

No Comments

Post a Comment

Show Buttons
Hide Buttons